24 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

Lionel Messi ha vinto il premio FIFA come miglior calciatore del 2019

Alla Scala di Milano la Fifa ha premiato il miglior giocatore del 2019. Nel Top 11 due juventini, ma l’assenza di Ronaldo alla cerimonia milanese non è piaciuta

Lionel Messi con la maglia del Barcellona
Lionel Messi con la maglia del Barcellona ANSA

MILANO - Lionel Messi è il miglior giocatore del mondo per il 2019. Va all'attaccante argentino del Barcellona, bronzo con l'Argentina alla Coppa America e sul tetto di Spagna col Barcellona, il «Best Player Fifa Award» assegnato ieri alla Scala di Milano. E' la sesta volta che Messi si aggiudica questo riconoscimento, succedendo nell'albo d'oro a Luka Modric.

Nel Top 11 due juventini

Messi figura anche ella Top 11 mondiale assieme a Cristiano Ronaldo. La squadra dei sogni prevede in porta Alisson, difesa con De Ligt, Sergio Ramos, Van Dijk e Marcelo a centrocampo Luka Modric, De Jong, e in avanti un attacco da sogno composto da Mbappè, Leo Messi e Hazard e Cristiano Ronaldo. La squadra che vanta più giocatori è il Real Madrid con Hazard, Marcelo, Sergio Ramos e Modric. Fra i 55 candidati l'unico italiano in corsa era il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini. A rappresentare la serie A c'erano anche Cancelo, De Ligt, Godin, Koulibaly e Alex Sandro.

Klop miglior allenatore

Jurgen Klopp è il miglior allenatore del mondo per il 2019. Va al tecnico tedesco del Liverpool, vincitore dell'ultima Champions League, il «Best Fifa Men's Coach». Klopp ha avuto la meglio su Pep Guardiola, che al timone del Manchester City aveva vinto tutto nell'ultima stagione inglese (Premier, FA Cup e Coppa di Lega) e Mauricio Pochettino, tecnico del Tottenham sconfitto dai Reds nella finale di Champions. Jill Ellis, ct delle donne della Nazionale Statunitense campione del mondo si aggiudica il premio di miglior allenatore del 2019 nel calcio femminile.

Ronaldo polemico: «Dopo la notte arriva sempre l'alba»

«Pazienza e persistenza sono due caratteristiche che differenziano il professionista dal dilettante». E' polemico il post di Cristiano Ronaldo grande assente al Best Fifa appena celebrato alla Scala del calcio di Milano. Un'assenza che fa rumore dopo quelle quelle del Pallone d'oro 2012, quando il portoghese era in corsa con Xavi e Messi (che poi vinse) e a quella dello stesso premio dell'anno scorso, quando Modric trionfò sullo stesso CR7 e su Leo. «Tutto ciò che è grande oggi - continua il portoghese che si fa ritrarre leggendo su un divano - è iniziato in piccolo. Non puoi fare tutto, ma fai tutto il possibile per realizzare i tuoi sogni. E tieni presente che dopo la notte arriva sempre l'alba».