14 novembre 2019
Aggiornato 08:00

La Juve vince (gol n. 701 per Ronaldo) ma Sarri si arrabbia: «Troppa presunzione nel finale»

De Ligt non punito dal Var e miracolo di Buffon. Il tecnico: «Negli ultimi 5' sono abbiamo commesso due o tre errori quasi di presunzione e superficialità»

Video Serie A

TORINO - Continua la corsa della Juventus: settima vittoria su 8 partite, 25° risultato utile casalingo consecutivo. Battuto un Bologna dignitoso (con il condottiero Mihajlovic in panchina) per 2-1, prodezza di Ronaldo, pari di Danilo e gol decisivo di Pjanic su errore di Soriano. Ma nei minuti di recupero la Juve ha rischiato di rovinare tutto: un gomito in area di De Ligt non punito dal Var e miracolo di Buffon al 94'.

Sarri: «Troppa presunzione»

Il finale col brivido non è piaciuto a Maurizio Sarri. «Negli ultimi 5' sono abbiamo commesso due o tre errori quasi di presunzione e superficialità - ha spiegato il tecnico bianconero -. I match vanno aggrediti fino a metterli in completa sicurezza e nella ripesa c'erano tutti i margini per farlo». «L'occasione di Santander? Era in fuorigioco, il Var avrebbe annullato la rete», ha aggiunto.

Gol n. 701 per Ronaldo

Gol n.701 per Ronaldo, ieri sera contro il Bologna, e CR7, sui social, ricorda i minuti che l'hanno preceduto, la consegna della maglia con il numero 700 da parte del presidente della Juventus Andrea Agnelli: «E' stata - scrive il portoghese - una sensazione speciale ricevere la maglia dei 700 nel nostro stadio dal nostro Presidente. Sono felice di segnare di nuovo e ottenere una vittoria difficile ma meritata». Miralem Pjanic, match-winner grazie al gol del 2-1, scherza: «Sta per iniziare la stagione Nba (di basket, ndr) e io continuo a lavorare sul tiro... da tre punti». Poi il centrocampista bosniaco batte le mani al Bologna: «Bella squadra e gran carattere, per informazioni chiedere a Mister Mihajlovic».