16 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

Gattuso e quella lezione ancora non imparata

Il Milan esce con un modestissimo pareggio dal Vigorito di Benevento e la consapevolezza di aver sprecato un’occasione clamorosa per il rilancio della squadra. Alla base l’errore da troppa paura del tecnico rossonero che ha tolto Suso per mettere Zapata. Nemmeno 10 mesi fa il Milan di Montella espugnava Bologna addirittura in 9 contro 11.

Mirabelli sotto attacco per il mercato: ma i colpi sbagliati sono solo due

L’inizio di stagione decisamente complicato ha messo sotto i riflettori la dirigenza rossonera e la sontuosa campagna acquisti messa in piedi da Fassone e Mirabelli. Si parla tanto di Kalinic e di operazioni sbagliate in attacco, ma i colpi mal riusciti forse sono altri. Ad esempio il difensore Musacchio e il centrocampista Calhanoglu: oltre 40 milioni sprecati.

Milan ancora a secco: l'astinenza da gol adesso si fa seria

Continua l’imbarazzante digiuno di gol in campionato del Milan a San Siro. L’ultimo gol casalingo è arrivato il 20 settembre su rigore contro la Spal (Kessiè), da allora il nulla. Al cospetto del Toro, i rossoneri ci provano in tutti i modi, ma difetti di precisione e la gran giornata di Sirigu impediscono a Montella di festeggiare la vittoria.

Ribaltone Milan: Montella, attento a quei due

Inizio shock dei rossoneri che vanno sotto dopo un frittatone di Gigio e Bonucci. Poi il ribaltone, costruito grazie alle iniziative tambureggianti sulle fasce di Rodriguez e Borini, ma soprattutto al cinismo sotto porta di Andrè Silva e Cutrone, autori di due gol a testa. Delude ancora Calhanoglu.

Milan, Montella ha deciso: due novità nella formazione anti-Juve

Tutto pronto a Milanello in vista del delicatissimo match contro la Juventus che i rossoneri affronteranno sabato pomeriggio a San Siro. Le novità di formazione sono due: Zapata al posto di Musacchio sulla linea dei difensori e Ignazio Abate sulla corsia di destra a sostituire Calabria infortunato contro il Chievo.

Da Bonucci a Montella: la soluzione a tutti i problemi del Milan

Mentre il Milan arranca alla ricerca di una quadratura difficile da trovare, la possibile soluzione a tutti i problemi rossoneri arriva da un evento disdicevole: l’espulsione di Bonucci che di fatto ha costretto Montella a rivedere i suoi piani tattici e tornare alla difesa a 4. Paradossalmente con un uomo in meno la squadra è apparsa più solida

Bonucci guastafeste, il Milan non va oltre il pari

Partita guastata dal gesto scellerato e censurabile di capitan Bonucci che rifila una gomitata in faccia a Rosi, lascia i suoi compagni in 10 per 3/4 di partita e rimedia una squalifica che lo terrà fuori anche contro la Juve sabato prossimo. Il Milan però regge botta e tenta la vittoria fino alla fine. Purtroppo Suso predica nel deserto.

Messi, Ronaldo, Bonucci a caccia del pass per Russia 2018

Tanti scontri tra rossoneri nelle varie sfide in programma nel weekend per le qualificazioni al mondiale di Russia 2018: Andrè Silva contro Ricardo Rodriguez, Zapata contro Gustavo Gomez, ma a tenere banco soprattutto il doppio impegno dell’Italia contro Macedonia e Albania alla caccia del punto decisivo per conquistare i playoff.

Milan, Montella rilancia l’attacco baby

La soluzione scelta dall’allenatore rossonero per ridare serenità all’ambiente in vista dell’appuntamento di Europa League con il Rijeka è una rivoluzione soft. La parte del leone toccherà ai due giovani attaccanti Cutrone e Silva, rilanciati dal primo minuto. Anche Locatelli tra i titolari contro i croati.

Milan, Montella e Marra: una pessima figura

Ha fatto molto scalpore la notizia diffusa ieri nel tardo pomeriggio riguardante la drastica decisione dell’allenatore rossonero di licenziare il suo storico preparatore atletico. La scelta di Montella, sacrificare un collaboratore per non finire sul banco degli imputati, è apparsa una mossa improvvida. Uno scaricabarile del tutto inaccettabile.

Milan: l’inadeguatezza delle riserve

La campagna acquisti faraonica della dirigenza rossonera ha un oscuro rovescio della medaglia: i non titolari fanno ancora parecchia fatica e non sembrano all’altezza di una squadra che punta alle prime quattro posizioni della classifica

Milan, spunta un nome nuovo per sostiture Bonucci

Anche contro la Spal, il neo capitano rossonero sarà il suo posto a difendere la postazione e proteggere Gigio Donnarumma dagli assalti degli avversari. Ma la stagione e lunga e anche Bonucci avrà bisogno di tirare il fiato. Secondo Montella, oltre ai difensori di ruolo, un candidato potrebbe essere l’ivoriano Kessiè.