13 agosto 2020
Aggiornato 22:30
Calcio

Milan-Napoli: Gattuso in emergenza

In vista della sfida di domenica prossima a San Siro, il tecnico rossonero avrà diverse gatte da pelare nella scelta della formazione da mandare in campo

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan ANSA

MILANO - Il Milan esce ufficialmente dalla corsa al quarto posto dopo la gara contro il Sassuolo, si rammarica per una rincorsa partita da lontano ma non andata a buon fine e si ritrova ora a dover respingere l'assalto di Fiorentina, Sampdoria, Atalanta e forse Torino nella lotta ad un posto in Coppa Uefa. Milan che ha pagato probabilmente l'eccessivo sforzo profuso in quasi 4 mesi di lavoro intenso e di partite da dentro o fuori nel tentativo di limare quell'immenso divario accumulato nella prima parte di stagione con le rivali per l'Europa.

Allarme rosso

E domenica prossima a San Siro arriva il Napoli secondo in classifica e alla disperata ricerca di rosicchiare qualche punto alla Juventus capolista prima dello scontro diretto del prossimo 22 aprile a Torino. Una partita resa ancora più complicata dalla probabile doppia assenza dei due centrali di difesa della squadra rossonera: sicuro il forfait del capitano Leonardo Bonucci, ammonito per proteste durante Milan-Sassuolo e già diffidato, mentre da valutare saranno le condizioni di Alessio Romagnoli, uscito dopo pochi minuti della sfida contro i neroverdi di Iachini a causa di un indurimento al flessore della coscia sinistra lasciando in serata lo stadio zoppicando e che preoccupa e non poco l'intero ambiente milanista. Il fatto di essere uscito prima che l'infortunio degenerasse in qualcosa di più serio, può lasciare qualche speranza di recupero ad un Gattuso e ad una tifoseria che già tremano al pensiero di dover affrontare l'attacco del Napoli con il duo Musacchio-Zapata, temibile per il Milan quasi quanto Insigne, Mertens e Callejon.