11 dicembre 2018
Aggiornato 23:30

Milan, Gattuso studia la sorpresa per l’Arsenal

Potrebbero essere due, o forse addirittura tre le novità di formazione su cui mister Gattuso sta meditando in vista del return match di Europa League contro l’Arsenal.
Il tecnico rossonero Gennaro Gattuso
Il tecnico rossonero Gennaro Gattuso (ANSA)

MILANO - Al Milan si studiano sorprese. Potrebbe essere questo il titolo del reportage da Milanello alla vigilia della partenza della squadra rossonera per Londra dove giovedì sera, alle ore 21.05, Bonucci e compagni affronteranno l’Arsenal di Arsene Wenger con l’obiettivo di ribaltare lo 0-2 casalingo incassato una settimana fa.
Una sorpresa purtroppo si annuncia forzata visto che nel penultimo allenamento prima del volo per Londra Davide Calabria non si è allenato non il gruppo. Il problema è sempre quel risentimento muscolare che lo ha costretto a rallentare negli ultimi giorni, tanto da costringere Gennaro Gattuso a mandarlo in panchina a Genova, salvo impiegarlo nel concitato finale che ha regalato al Milan la vittoria. Al posto del terzino cresciuto nel vivaio del Vismara, è stato provato Zapata da esterno, soluzione più indicata vista la poca propensione al ruolo di Fabio Borini.

4-4-2 o 4-3-3?
Novità importanti però potrebbero esserci anche in attacco, dove il tecnico rossonero ha provato insieme i due giovanissimi attaccanti Cutrone e Andrè Silva. Sembra infatti evidente che Nikola Kalinic in Europa League finirà nuovamente in panchina, mentre non è ancora chiaro se Gattuso riproporrà il modulo che ha portato il Milan al successo a Marassi, il 4-4-2, oppure chiederà a Patrick di sacrificarsi nel ruolo di esterno alto, in una posizione alla Mandzukic che però penalizza - e non poco - il baby bomber classe 1998.

Pronti all’impresa
Se sarà confermato l’utilizzo di Silva e Cutrone insieme, uno tra Bonaventura e Calhanoglu finirà in panchina, pronto eventualmente a subentrare a partita in corso. Ma la novità in mediana potrebbe essere un’altra: nelle prove tattiche effettuate oggi a Milanello, Gennaro Gattuso ha provato anche Riccardo Montolivo davanti alla difesa, probabilmente sollecitato dalla duplice prova non all’altezza delle precedenti del regista argentino Lucas Biglia, probabilmente in debito d’ossigeno e con la necessità di rifiatare. Domani ultimo allenamento alle 10.30, quindi partenza per Londra dove la rifinitura all’Emirates ci svelerà la scelte definitive dell’allenatore rossonera. 
Una cosa è certa: il Milan è pronto all’impresa, Wenger è avvertito.