25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Calcio | Nazionale

Milan: contro il Napoli ennesimo ribaltone in attacco

La gerarchia dei centravanti rossoneri è in continua alternanza tra Cutrone, Andrè Silva e Kalinic. Dopo il gol segnato domenica sera contro il Sassuolo sembrano in risalita le azioni del croato.

Kalinic e Andrè Silva nel match d'andata contro il Napoli
Kalinic e Andrè Silva nel match d'andata contro il Napoli ANSA

MILANO - Secondo quanto riportano le cronache di Milanello, oggi Nikola Kalinic - e con lui anche lo spagnolo Suso - ha svolto un lavoro personalizzato. Quindi niente allenamento con il gruppo per i due, che hanno poi lasciato il centro sportivo di Carnago del pomeriggio, ma per loro nessun problema fisico. Diciamolo subito per evitare qualche scompenso ai tanti tifosi rossoneri già adeguatamente angosciati all’idea di affrontare il temibile attacco dei piccoletti napoletani senza entrambe le colonne della difesa milanista, Bonucci squalificato e Romagnoli infortunato.
Premesso che i due difensori saranno sostituiti da Zapata e Musacchio, con il redivivo Gomez pronto a subentrare dalla panchina in caso di qualche malaugurata emergenza, Kalinic e Suso sembrano in cima alla lista dei pensieri di mister Gattuso per formare il tridente offensivo chiamato a scardinare la difesa del Napoli.

Kalinic favorito
Che ci sia Suso non è una novità, lo spagnolo è ormai un titolare inamovibile della squadra rossonera, con Hakan Calhanoglu a fargli da contraltare sulla fascia mancina. Meno consueta la scelta di puntare sul centravanti croato, scivolato nelle ultime settimane al terzo posto nelle gerarchie di Gattuso, dopo il tarantolato Cutrone e il match winner di Genoa e Chievo Andrè Silva. Contro il Napoli però potrebbe toccare di nuovo all’ex Fiorentina. Merito del gran gol segnato alla fine di Milan-Sassuolo che ha regalato quanto meno il pareggio ai rossoneri. Quello messo a segno contro i neroverdi è stato appena il quinto in campionato per Kalinic, un bottino talmente irrisorio da apparire ridicolo, ma proprio la rete segnata domenica potrebbe rappresentare la chiave di volta per sbloccare definitivamente l’attaccante con il 7 sulle spalle. Gattuso sembra convinto di questa teoria e - ad oggi - pare intenzionato a puntare su di lui. A Milan-Napoli però mancano ancora 3 giorni, ogni cambio di programma è ancora possibile.