9 dicembre 2019
Aggiornato 07:00

Milan, torna Biglia: ora Gattuso potrà fare la mossa decisiva

Con il rientro del regista argentino sono molti gli scenari che si aprono per il tecnico rossonero. Tra questi, con Suso penalizzato dalla pubalgia, interessante quello che prevede Paquetà schierato da trequartista centrale dietro a Piatek e Cutrone.

Lucas Biglia in azione con la maglia del Milan
Lucas Biglia in azione con la maglia del Milan ANSA

MILANO - L’ultima volta che l’abbiamo vista in campo è stato il 28 ottobre 2018, durante un Milan-Sampdoria vinto dai rossoneri per 3-2. Sembra passata una vita, da quel giorno Lucas Biglia si è fatto male, è stato operato ad un polpaccio e adesso, dopo due allenamenti completi svolti con la prima squadra, è pronto a tornare nella lista dei convocati di Rino Gattuso per il match di domenica sera contro il Cagliari.
Si tratta di una delle più belle notizie che l’allenatore rossonero potesse aspettare. È vero che ormai è proprio al rientro anche Mattia Caldara, ma mentre l’ex difensore atalantino ha trovato validi ed efficaci sostituti in Musacchio, Zapata e perfino Ignazio Abate quando è stato necessario, la mancanza del regista argentino si è sentita, e tanto. Malgrado la crescita esponenziale di Bakayoko che, dopo le prime inevitabili difficoltà di ambientamento, si è ritagliato un ruolo importante nella formazione base del Milan tanto da diventare quasi un insostituibile.

Rientro importante - L’importanza del ritorno al calcio giocato di Lucas Biglia però non sta nel rispedire in panchina il francese ex-Chelsea, tutt’altro, quanto per offrire a mister Gattuso una sfilza di opportunità tecnico-tattiche in più in vista di un finale di stagione che si annuncia combattutissimo per la lotta ad un posto Champions.
Partiamo dal presupposto che con l’ex Lazio di nuovo abile e arruolato, finalmente il centrocampo rossonero potrà contare sulla possibilità di mandare a rotazione un titolare in panchina a riposare. E già questa sembra un’ottima notizia, specialmente dopo aver visto le ultime prestazioni di Franck Kessiè apparso oggettivamente con le gambe pesantissime rispetto al carro armato ammirato ad inizio campionato.

Meritato riposo - Tra quelli che finalmente potranno giovare di un po’ di riposo potrebbe esserci anche Hakan Calhanoglu, pallida controfigura del brillante e fantasioso calciatore apprezzato l’anno scorso. E perfino Jesus Suso, anche lui apparso in calo di condizione ma solo per un fastidiosissimo ed insistente problema di pubalgia. Con il rientro di Biglia al centro del gioco, infatti, Kessiè e Bakayoko potrebbero fare da guardiaspalle dell’argentino in mezzo al campo e Lucas Paquetà potrebbe essere dirottato sulla trequarti. O in posizione da esterno sinistro al posto del turco, o addirittura da centrale alle spalle di due punte, con l’opportunità di vedere finalmente Piatek e Cutrone schierati insieme.

4-3-1-2 - Obiettivamente è questa la suggestione che stuzzica maggiormente il popolo rossonero. La squadra, con un centrocampo muscolare ma anche ricco di forforo, non risentirebbe dell’impiego del doppio centravanti e i due bomber rossoneri avrebbero la possibilità di innescarsi reciprocamente e di godere dei preziosi assist di Paquetà, finalmente schierato in una zona nevralgica del campo e soprattutto più vicino alla porta avversaria.
Per ora sono solo appunti sulla lavagnetta tattica di Gattuso, ma non è escluso che molto presto assisteremo a qualcuno di questi esperimenti. E allora si che al Milan sarà possibile tornare a divertirsi.