2 marzo 2024
Aggiornato 20:00
La Russia riconosce il voto in Ucraina

«Non abbiamo prove di nuove sanzioni»

Mosca ha riconosciuto le elezioni che si sono svolte nel sud dell'Ucraina: "Ripettiamo la volontà degli abitanti del Sud-Est ucraino", dichiara il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov. Non sono tuttavia ancora state riconosciute da Ue, usa e dalla stessa Kiev. La Russia si espone così a nuove possibili sanzioni da parte degli Stati europei.

Elezioni in Russia

La Crimea va alle urne e vota Putin

Alle elezioni amministrative che si sono svolte ieri in tutta la Federazione, a vincere è stato il leader del Cremlino: l'unico che non era un candidato, ma un semplice elettore. Per la prima volta hanno partecipato al voto anche la Crimea e Sebastopoli, neo-annesse dopo la crisi ucraina.

Elezioni in Russia

Putin alla prova del consenso

Domenica i russi andranno alle urne. Elezioni locali, ma nei centri nevralgici della nazione, e non prive di polemiche. Tra gli altri si sceglie il governatore di San Pietroburgo, città natale di Vladimir Putin e di gran parte dell'élite al potere. Si tratta di un check-up del consenso interno, all'ombra della crisi in Ucraina.

Russia | Presidenziali 2012

Putin senza brogli avrebbe vinto con il 53%

Oggi in una conferenza stampa a Mosca la Lega degli elettori, organizzazione di monitoraggio creata dopo i brogli alle legislative di dicembre scorso, ha sostenuto di aver scoperto numerosi casi di falsificazione dei protocolli delle commissioni elettorali

Sondaggio per le presidenziali russe

Putin sarà eletto al primo turno

Nonostante le contestazioni otterrebbe il 52% dei voti, supererando il leader comunista, Gennady Ziuganov (accreditato dell'11% dei voti) e l'ultranazonalista Valdimir Zirinovsky (9%). E' quanto risulta da una rilevazione dell'Istituto Vtsiom, pubblicato oggi

Le proteste in Russia

Gorbaciov: «Consiglio a Putin di farsi da parte»

Il padre della perestroika a radio Echo di Mosca: «Potrebbe preservare le cose positive che ha fatto». Dopo una manifestazione di una imponenza mai vista negli ultimi 12 anni, l'ex capo di Stato sovietico ha detto che Vladimir Putin, al potere dal 2000, dovrebbe anche lui arrendersi all'evidenza