20 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Fino a 100.000 persone verso lo stadio «Luzhniki»

Russia, scendono in piazza i fan di Putin e «invadono» Mosca

La scelta della data, che corrisponde alla Festa dei Difensori della Patria, in passato il giorno dell'Armata Rossa, lascia aperto qualche punto interrogativo

MOSCA - Saranno decine di migliaia oggi a scendere in piazza a Mosca per sostenere il ritorno al Cremlino del primo ministro Vladimir Putin, grande favorito alle presidenziali, nonostante sia emerso un movimento di opposizione inedito contro di lui negli ultimi mesi. Fino a 100.000 persone - secondo gli organizzatori - verso lo stadio «Luzhniki» per gridare il proprio favore al premier, al potere ormai da quasi 12 anni. L'azione è prevista per le ore 10 italiane. Dovrebbe durare fino alle 11.30, mentre la marcia sul lungofiume Fruzenskaja è già iniziata.
Oggi, a parte la manifestazione dove è atteso lo stesso Putin, sono in programma altri tre meeting. La scelta della data, che corrisponde alla Festa dei Difensori della Patria, in passato il giorno dell'Armata Rossa, lascia aperto qualche punto interrogativo. In genere infatti gli uomini russi usano la festività come controaltare dell'8 marzo, giorno della donna. Scendono in strada e spesso si ubriacano. Non di rado si scatenano le risse.