17 agosto 2019
Aggiornato 17:00
Per il premier vohgliono spaccare il paese

Renzi: la Cgil sfrutta il dolore

E' in atto un "disegno" per "spaccare il Paese" tra imprenditori e lavoratori, con l'obiettivo tutto politico di mettere in difficoltà il governo "sfruttando il dolore di disoccupati, cassintegrati e precari". E' l'accusa di Matteo Renzi, che alza ancora il livello dello scontro con il sindacato e la Cgil in particolare.

Il tribunale M5S in funzione

Pronto un processo a Toninelli

Si è nuovamente complicata la vicenda dei due giudici costituzionali che il Parlamento in seduta comune non è riuscito a risolvere nonostante venti votazioni. Alla rinuncia di Alessandra Sandulli potrebbe sommarsi la "maretta" della quale raccontano in queste ore alcune fonti interne al Movimento 5 stelle.

Venti di scissione nel PD

Civati: «Se ce ne andassimo non saremmo in pochi»

Il leader della minoranza PD smentisce l'intenzione di costituire un soggetto politico, ma tiene a precisare che i disertori non sarebbero pochi. Per Guerini e Speranza, da Renzi non ci sarebbe alcuna spinta alla scissione. E il premier conferma

borsa a picco

Snam perde l'11,32%, Terna -6,67, Enel -4,23

Avvio di settimana da dimenticare per la Borsa di Milano che ha chiuso in forte ribasso, di gran lunga il peggior listino in Europa, trascinata dal tonfo dei titoli legati all'energia. L'indice principale Ftse Mib ha peggiorato ulteriormente sul finale e ha lasciato sul terreno il 2,1% a 19.369 punti.

La Cgil a Renzi

"Il premier pensi all'occupazione, non ai complotti"

Il sindacato guidato da Susanna Camusso redarguisce il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e lo invita a riflettere sugli errori commessi dal suo Governo piuttosto che alle ipotesi di complotto che il mondo della politica starebbe intessendo contro di lui. Il commento della Cgil arriva in seguito al discorso di oggi del premier a Brescia, in occasione del meeting annuale di Confindustria.

Fdi denuncia l'intesa Fi - Lega Nord in Toscana

Berlusconi fa saltare l'accordo fra i moderati

Massimo Parisi, coordinatore regionale della Toscana di Fi, ha annunciato un accordo per le prossime regionali tra il suo partito e la Lega. Per Giorgia Meloni, per rifondare il centrodestra non si può fiancheggiare il centrosinistra

Alta tensione a Brescia

Ancora scontri tra lavoratori e Forze dell'ordine

Quattro giorni dopo i colpi di manganello contro gli operai della AST a Roma, ancora momenti di tensione tra manifestanti e forze dell'ordine. Questa volta è accaduto a Brescia, in occasione della visita del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ma ad avere la peggio sono stati poliziotti e carabinieri.

Il leader di Forza Italia torna a parlare di golpe

Berlusconi: «Saremo noi a eleggere il prossimo presidente della Repubblica»

«Non ci furono i carri armati, ma fu sovvertita volontà popolare»: così ha dichiarato Silvio Berlusconi a proposito delle vicende che hanno portato nel novembre 2011 alle sue dimissioni da premier. L'ex Cavaliere considera un «sacrilegio l'applicazione retroattiva della legge Severino, e si augura che la Corte europea dei diritti dell'uomo gli «renderà giustizia»

Per Osvaldo Napoli (FI) sarà Landini a sostituire il premier

Ma che sinistra?! Renzi vuole rifare il centro

L'esponente del partito di Silvio Berlusconi, Osvaldo Napoli, attacca il presindente del Consiglio, Matteo Renzi, affermando che è porterà ad una spaccatura nel Partito democratico. Osvaldo, inoltre, si dice convinto che a prendere il posto del premier sarà il segretario della Fiom, Maurizio Landini: «Un ottimo candidato, anche dal punto di vista comunicativo».

Il presidente di Confindustria lancia l'allarme

Squinzi: «Senza investimenti in infrastrutture non ripartiremo mai»

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, è intervenuto all'assemblea degli industriali di Brescia: «Il punto cruciale sono gli investimenti. Qui la manovra fatica», per far ripartire l'economia reale e restituire fiducia agli operatore ne serviranno di più.

Il premier torna ad attaccare i sindacati

Con gli industriali di Brescia, Renzi fa il Berlusconi

Il premier è arrivato a Brescia, per partecipare all'assemblea annuale degli industriali bresciani. Al suo arrivo nei pressi della fabbrica, Renzi è stato accolto dalle poteste dei circa 200 lavoratori, guidati dalla Fiom-Cgli, che hanno formato un presidio-assemblea. Applausi all'interno della fabbrica dagli industriali.​ Intanto, il premier cita Berlusconi: «Non cerco un consenso facile».

BEAUTY

Pepe Quanto Basta! L'ingrediente giusto per la nostra pelle

Per noi, i sali da bagno ed i prodotti dell'azienda toscana Wally 1925. Pepe rosa o nero, assenzio, fico, castagne o noci. L'importante è scegliere l'ingrediente giusto per condire la nostra giornata.

Condannati i manifestanti del 2009

Chi occupa l'A1 va in galera

Il Tribunale di Frosinone condanna al carcere i lavoratori ex-Videocon che nel 2009 manifestarono sull'Autostrada del Sole per protestare contro la decisione di avviare la procedura di mobilità per i 1.300 dipendenti dello stabilimento.

Le pensioni degli italiani sono a rischio

Da Bankitalia un freno al Tfr

Lo smobilizzo del Tfr dovrebbe essere una misura solo temporanea altrimenti il rischio è che i lavoratori con redditi più bassi in futuro ricavino pensioni non adeguate. E' quanto ha rilevato il vice direttore generale di Bankitalia Luigi Signorini nell'audizione sulla legge di Stabilità davanti alle commissioni bilancio di Camera e Senato.

Il presidente della Camera invita a lasciare lavorare bene la commissione

Boldrini: fare pressioni sul Jobs Act è controproducente

Per la Boldrini, sarà il presidente della commissione a decidere quando il testo si potrà portare in aula. Intanto, Dorina Bianchi invita i sindacati a non tenere in stand-by il processo di cambiamento in atto, mentre Giorgia Meloni definisce il Jobs Act «carta da pizza»

Vladimir Chizhov esprime "delusione" per le parole di Federica Mogherini

Elezioni in Est Ucraina: Mogherini delude Mosca

Lady Pesc ha definito "un nuovo ostacolo" verso la pace le elezioni tenutesi ieri nell'Est dell'Ucraina, che l'Italia, ha dichiarato Paolo Gentiloni, non riconosce. Intanto, Mosca si dice pronta a fare il possibile per aiutare il dialogo tra Kiev e i rappresentanti del sud-est del Paese.

Dal blog di Grillo si torna ad attaccare la moneta europea

Se non usciamo dall'euro presto saremo in default

Sul blog di Grillo arriva un'altra energica sferzata contro l'euro. Secondo il leader del M5S, «quella del governo è una Legge di Stabilità tragica per l'Italia». Non ci sono investimenti produttivi nei settori ad alta occupazione, perché il vero problema resta l'euro, che costringe gli italiani a fare i conti con salari sempre più svalutati e lavori sempre più precari.

La minoranza del PD attacca ancora il Premier

Civati: «Renzi gioca con le parole e intanto divide il Paese»

Sul suo blog, il dissidente e esponente della minoranza del Partito democratico Pippo Civati scrive un post in cui sottolinea l'abilità del premier Matteo Renzi nel giocare con le parole, in particolare con le dicotomie. Civati si riferisce all'ultimo discorso pubblico del premier, tenuto questa mattina al summit annuale di Confindustria.

Per il leader di LN le liti a sinistra sono un bluff

Il Paese va a rotoli grazie a Landini e Renzi

Matteo Salvini, leader della Lega Nord, torna ad attaccare il premier, Matteo Renzi, e afferma che se il Paese oggi si trova in questo stato di rovina la colpa è sua e della sinistra in generale. Le spaccature e gli screzi all'interno del Partito democratico e verso la Cgil sono strategie messe in atto dal Premier.

Pediatria

Ma dove sono allora tutti questi bambini iperattivi?

Alla domanda tutt'altro che retorica cerca di dare risposta un'analisi pubblicata sul numero 179 della rivista Ricerca&Pratica (www.ricercaepratica.it), e frutto proprio di una capillare e dettagliata indagine sui dati raccolti dal Registro dell'ADHD della Regione Lombardia.

Dopo il risultato del referendum

Donbass non è più parte dell'Ucraina

Le elezioni nel sud est dell'Ucraina hanno «legittimato» la separazione del Donbass dal resto del Paese di Poroshenko. La votazione aumenta la tensione non solo nel paese, ma anche e soprattutto sul piano internazionale. Se, infatti, Mosca riconosce i risultati delle elezioni e la conseguente spaccatura dell'Ucraina, Ue e Stati Uniti non sono disposti a fare la stessa cosa.

Video cinema motori

Fast & Furious 7, il primo trailer in italiano

Arriva ad aprile 2015 il nuovo capitolo della saga, l'ultimo interpretato da Paul Walker prima di morire. Cast stellare come non mai (c'è anche Jason Statham), bolidi da sogno e adrenalina a vagonate restano i punti di forza. Il regista questa volta è James Wan, mago dell'horror e autore di Saw–L'enigmista

Calcio - Serie A

Diamo i voti al campionato – 10^ giornata

Giornata di campionato deprimente per le metropoli Milano e Roma. In compenso ridono Genova e Napoli, grazie ai successi straordinari di Sampdoria, Genoa e degli azzurri di Benitez. A preoccupare è soprattutto l’inspiegabile crollo di Inter e Milan, precipitate in un vortice pericoloso dal quale Mazzarri e Inzaghi faranno fatica a tirarle fuori.

Tennis | Ranking WTA

Flavia Pennetta sale al 13esimo posto

L'ottimo torneo di Sofia nel quale la brindisina ha conquistato la finale, ha fatto fare un bel balzo in avanti a Flavia Pennetta prima delle italiane, la brindisina infatti scavalca Sara Errani oggi 15esima.

Workers buyout per combattere la crisi

Confcooperative lanciano un progetto per le start up dei giovani

Dopo un lungo periodo di flessione, il mercato del lavoro italiano "mostra i primi segnali di stabilizzazione". Nel 2014 il tasso di disoccupazione continuerà a crescere, per poi tornare a diminuire nel 2015. Un messaggio forte e chiaro arriva dal presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini, che lancia l'idea del workers buyout in cooperativa per combattere crisi e disoccupazione giovanile.

Dalla manovra nessun effetto sul 2015

Istat: a sorpresa la spesa delle famiglie torna a crescere

Dopo tre anni di riduzione, nel 2014 la spesa delle famiglie segnerà un aumento dello 0,3% «in termini reali, in parte per effetto di una riduzione della propensione al risparmio». Nel 2015, si prevede un ulteriore miglioramento dei consumi privati (+0,6%) che proseguirà anche nel 2016 (+0,8%). In Italia, forse, arriva finalmente la ripresa: ma sarà lenta e debole.

La Russia riconosce il voto in Ucraina

«Non abbiamo prove di nuove sanzioni»

Mosca ha riconosciuto le elezioni che si sono svolte nel sud dell'Ucraina: "Ripettiamo la volontà degli abitanti del Sud-Est ucraino", dichiara il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov. Non sono tuttavia ancora state riconosciute da Ue, usa e dalla stessa Kiev. La Russia si espone così a nuove possibili sanzioni da parte degli Stati europei.