> <
RSS

L’annus horribilis di mister Montella

Eppure l’avventura di Vincenzo Montella sulla panchina del Milan era iniziata bene. Agli albori della stagione 2016-17 qualcuno aveva azzardato perfino un possibile inserimento dei rossoneri nella lotta scudetto. E poi c’era stata la vittoria di Doha contro la Juve. Dopo di allora, sprofondo rossonero.

Luna park Milan: Montella cambia ancora

Contro l’Aek Atene, con in palio i tre punti probabilmente decisivi per la conquista del primo posto nel gruppo D di Europa League, il tecnico rossonero rivoluziona ancora una volta la squadra con l’ennesimo cambio di modulo. Stavolta si punta su un 3-4-1-2, con Calhaloglu trequartista alle spalle delle due punte Silva e Cutrone.

Milan, una ragione in più per vincere ad Atene

Espugnare lo Stadio Olimpico Spyros Louīs e tornare da Atene con 3 punti potrebbe rivelarsi preziosissimo per il Milan. Intanto per invertire la tendenza cupa di queste ultime settimane, ma soprattutto per aggiudicarsi il gruppo D di Europa League ed evitare così nei sedicesimi di finale le 4 migliori formazioni arrivo dalla Champions League.

Futuro Milan: Suso avverte Fassone

Parole importanti quelle pronunciate dall’attaccante spagnolo all’indomani della preziosa vittoria ottenuta dai rossoneri sul campo del Chievo. Alla domanda se c’è pericolo che possa essere lui uno dei due big ceduti in estate in caso di mancato approdo in Champions, Suso è stato chiaro: «Ho appena rinnovato e voglio restare al Milan».

Milan: notizie preoccupanti dalla Champions League

Viste le attuali difficoltà riscontrate in campionato, vincere l’Europa League potrebbe essere per la squadra di Montella l’ultima opportunità per accedere alla prossima edizione della Champions. Da febbraio in poi però bisognerà fare i conti con le retrocesse di quest’anno, tra cui le probabili Atletico Madrid, Dortmund, Siviglia e Monaco.

Ancelotti esonerato: una minaccia per due

L’inatteso licenziamento del tecnico emiliano dopo un inizio stagione a dir poco complicato da parte del Bayern Monaco ha avuto il potere di mettere in moto la macchina dei sogni dei tifosi. Innanzitutto quelli rossoneri che farebbero carte false per rivedere Ancelotti alla guida del Milan, ma anche gli appassionati azzurri lo vedrebbero bene al posto del ct Ventura.

Milan: i 7 peccati capitali di Montella

Il principale imputato della seconda disfatta rossonera in appena sei giornate di campionato è senza dubbio l’allenatore Montella, da molti considerato inadeguato alle ambizioni del nuovo Milan. Tanti in effetti i suoi errori, da quelli di carattere tattico alla scelta degli uomini, per finire ai limiti caratteriali di una squadra senza mordente.

> <