19 ottobre 2020
Aggiornato 17:00
Champions League

Klopp punta sulla Juventus: «Favorita per la Champions. Mai vista una squadra così forte in vita mia»

Il tecnico del Liverpool ammaliato da Sarri: «Non riesco a capire come mai in campionato non abbiano già 10 punti di vantaggio». La replica: «Klopp gioca a togliersi di dosso il ruolo di favorita»

I giocatori della Juventus
I giocatori della Juventus ANSA

LONDRA - «La Juventus è la favorita per la Champions League». Parola di Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool detentore del trofeo. «Prima che iniziasse la stagione la mia favorita per vincere la Champions era la Juventus - dice al The Guardian - ma ovviamente non guardo abbastanza calcio italiano perché non riesco a capire come non sia in testa alla classifica con 10 punti di vantaggio. Ha la rosa migliore che abbia mai visto in tutta la mia vita, con giocatori di qualità, è pazzesca».

E sulle altre squadre aggiunge: «Anche la rosa del Bayern Monaco è importante e, se stanno tutti bene, il Psg è altrettanto incredibile. E non puoi mai tralasciare Barcellona o Manchester City. Non ho idea invece su dove possiamo arrivare noi, ma al momento non c'è nemmeno bisogno di pensarci perché dobbiamo concentrarci esclusivamente sull'Atletico. Quello che so, però, è che lo scorso anno abbiamo dimostrato di poter battere i migliori. Non significa che lo rifaremo, ma che possiamo. Ci sono così tante squadre forti là fuori che devi essere pronto a lottare, poi è anche questione di fortuna, per vincere hai bisogno anche di quella».

Sarri: «Klopp gioca a togliersi di dosso il ruolo di favorita»

Campionato combattuto? Per Sarri forse è anche meglio. «A livello di stimoli questa situazione può darci ulteriori motivazioni - ha spiegato il tecnico alla vigilia di Juventus-Brescia - E' stato palese fin dall'inizio che sarebbe stato un campionato diverso». Secondo il tecnico bianconero Lazio-Inter di domani sera sarà una «partita importante ma non determinante». E quanto ai compimenti di Klopp dice: «Jurgen ha detto anche che il calcio italiano non lo segue, per quello non se lo spiega... Comunque non mi sembra male neanche la rosa del Liverpool. Klopp è una delle persone più simpatiche che abbia mai conosciuto, si sta togliendo di dosso i panni della favorita».

Rispetto alla prestazione di Verona «a San Siro ho visto già passi avanti: abbiamo fatto bene per 70 metri di campo, ho visto 5-6 uscite da dietro di grande livello, però abbiamo lasciato Cristiano troppo solo davanti». Infine un giudizio sulla posizione di Guardiola al City senza Champions: «Io rimarrei, l'anno scorso sono andato al Chelsea che non faceva la Champions. Non la ritengo una discriminante, in ogni caso non penso che quella sia la sentenza definitiva, ci sono altri gradi di giudizio».

Stangata Uefa sul City, due stagioni senza Champions e Coppe

L'Uefa ha escluso il Manchester City dalle prossime due stagioni di Champions League e da tutte le coppe europee per gravi violazioni delle regole del fair-play finanziario. Il club è stato anche multato di 30 milioni di euro. Nel comunicato dell'UEFA si legge che «la Camera giudicante dopo aver esaminato tutte le prove, ha riscontrato che il Manchester City Football Club ha commesso gravi violazioni del regolamento sulle licenze e sul fair play finanziario sopravvalutando nei propri bilanci le entrate della sponsorizzazione e nelle informazioni relative al pareggio di bilancio presentate alla UEFA tra il 2012 e 2016».

La Camera dei giudici «ha anche riscontrato che, in violazione del regolamento, il Club non ha collaborato alle indagini sul caso». Ora il club inglese potrà appellarsi al Tas di Losanna. Il club si è detto deluso ma non sorpreso e presenterà appello. La punizione arriva per gravi irregolarità nelle sponsorizzazioni. In particolare alcune mail, che avrebbero dovuto rimanere private, documentavano che il club aveva gonfiato le sponsorizzazioni per aggirare le norme del fair-play finanziario. Era emerso che su 65 milioni di sterline, 57 sarebbero state versate al club direttamente dai proprietari, ma fatti risultare come proventi di sponsorizzazioni.