18 luglio 2019
Aggiornato 03:00

Terza coppa europea con la settima classificata di A

Il vicepresidente dell'UEFA, Michele Uva: «Fino al 2024 a Champions non cambia se non con piccole modifiche»

Michele Uva, Vicepresidente UEFA
Michele Uva, Vicepresidente UEFA ANSA

ROMA - «La terza competizione europea partirà dal 2021, aumenterà la partecipazione delle piccole federazioni, ed è rivolta anche a quelle piccole federazioni che rimanevano escluse dal novero delle 80 che facevano la fase finale di Champions League ed Europa League». Ne parla il vicepresidente dell'Uefa, Michele Uva intervenendo a Radio Anch'io su Radiouno. «Ci saranno più club coinvolti. Non ci sono più partite bensì partite per altre 16 squadre. La terza coppa partirà a partire dal 2021. In Europa League 2 ci sarà la settima squadra italiana».

Fino al 2024 a Champions non cambia
E sulla Super-Champions conclude: «Fino al 2024 il format continuerà ad essere questo, vedremo se nel ciclo 2021-24 ci saranno piccole modifiche. C'è un tavolo strategico in cui si studia tutto quello che serve per migliorare la fruibilità del calcio per decine di milioni di tifosi, la centralità sono i tifosi: godere il calcio nel miglior modo possibile sempre con grande tutela dei campionati nazionali». Uva si è anche soffermato sulla Var in Champions arrivata «grazie all'esperienza maturata in Italia».