21 maggio 2019
Aggiornato 15:00
Juventus

Allegri: «Con l'Ajax fuori da polli. Resto anche senza rinnovo»

Il tecnico bianconero alla vigilia del match con la Fiorentina: «Cristiano Ronaldo è il futuro della Juventus, anche se prenderlo non ti dà garanzie di alzare la Champions»

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri
Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri ( ANSA )

ROMA - «Domani voglio chiudere il discorso campionato per poi festeggiare adeguatamente. Perché se lo vinceremo sarà una grande stagione: c'è anche la Supercoppa italiana. Per questo giocherà la migliore formazione, con Ronaldo titolare. E Cristiano è il futuro della Juventus, anche se prenderlo non ti dà garanzie di alzare la Champions». Parola di Massimiliano Allegri che, dopo l'eliminazione in Champions, ha voglia di chiudere prima possibile il discorso scudetto.

Resto anche senza rinnovare il contratto

«Quando avremo vinto lo scudetto programmeremo l'annata. Sempre con lucidità, perché non bisogna farsi prendere né dall'entusiasmo né dalla depressione quando esci da un quarto di finale contro una buona squadra. La vita va avanti, il calcio va avanti e bisogna avere la lucidità e vivere con distacco per non fare danni. Del futuro parleremo: io eventualmente posso restare anche senza rinnovare il contratto».

Il calcio non è una scienza esatta

Nessun alibi per giustificare l'eliminazione dalla Champions: «Ho sempre detto che l'arrivo di Ronaldo non voleva dire Champions. Il calcio non è una scienza esatta e in questi giorni qui sto imparando tanto da quelli che spiegano il calcio. E magari l'anno prossimo quando giocherò un quarto di finale rileggerò quello che hanno detto e saprò come fare». «Martedì scorso abbiamo preso il primo tiro al 34', è finito sui piedi di uno e ha fatto gol. Al ritorno abbiamo fatto una partita migliore di Amsterdam, ma le palle da polli che abbiamo perso hanno fatto sì che l'Ajax abbia fatto una partita straordinaria. Invece l'Ajax ha giocato meglio ad Amsterdam. Inutile parlarne ora, loro sono andati meritatamente avanti, ma la partita di martedì è stata migliore di quella dell'andata. Un risultato negativo non cambia il lavoro di quest'anno».

Dybala: Il dolore passerà

«I capitani soffrono ancora di più per le sconfitte. Le superano lentamente, in silenzio. Il dolore passerà, ma il bello dello sport è che c'è sempre un altro trofeo, un'altra Coppa, un'altra stagione. Vamos!». Parola di Paulo Dybala, uno dei primi bianconeri a rompere il silenzio dopo l'eliminazione per mano dell'Ajax. La Joya usa Instagram per mettere in chiaro le cose: l'obiettivo non è solo riprovare a vincere, ma farlo con la maglia della Juventus.