7 dicembre 2021
Aggiornato 10:30
Calcio

Le rivali delle italiane in Champions: una panoramica

L'Italia è riuscita a piazzare tre squadre su quattro alla fase degli ottavi di finale di Champions League. Il sorteggio dell'urna di Nyon ha offerto diverse rivali, e in generale non sembra favorevole

La coppa della Champions League
La coppa della Champions League ANSA

L'Italia è riuscita a piazzare tre squadre su quattro alla fase degli ottavi di finale di Champions League, che inizierà a metà febbraio. Con solamente l'Inter eliminata, tra l'altro a sorpresa, la Serie A verrà dunque rappresentata da Juventus, Atalanta e Lazio nella prima fase a eliminazione diretta a doppio scontro del torneo europeo. Il sorteggio dell'urna di Nyon ha offerto alle squadre italiane diverse rivali, e in generale non sembra essere stato favorevole.

La Juventus, una delle favorite alla vittoria dello Scudetto di quest'anno secondo le principali quote della Serie A disponibili in questo periodo, è stata probabilmente la più fortunata di tutte. Questo perché alla squadra torinese è toccato il Porto, una delle squadre più abbordabili tra quelle con le quali avrebbe potuto scontrarsi. Andrea Pirlo, alla sua prima vera esperienza da allenatore e già catapultato in una realtà molto complicata, dovrà affrontare così un tecnico rampante come Sergio Conceiçao, ex giocatore di Lazio e Inter, il quale sta portando la sua squadra a palcoscenici importanti. Con l'attaccante Marega e l'ala Corona come principali spauracchi, senza dimenticare il solido ed esperto difensore Pepe, il Porto dispone comunque di una squadra che potrebbe continuare a sorprendere. In casa Juve sono inoltre freschi i ricordi di eliminazioni recenti contro avversari sulla carta inferiori come l'Ajax e l'Olympique Lione. Il vantaggio per i bianconeri sarà però quello di poter disputare il match di ritorno in casa, in quell'Allianz Stadium che in questo momento non può ricevere tifosi ma che potrà essere decisivo ai fini della qualificazione ai quarti.

All'Atalanta, invece, spetta una doppia sfida dal sapore di semifinale contro lo storico Real Madrid, la squadra che ha vinto più Champions League di tutte, ossia 13. Gli spagnoli, che da quando Cristiano Ronaldo ha firmato per la Juve hanno perso molta potenza offensiva soprattutto in territorio europeo, sono pur sempre una squadra esperta e astuta, che fa della Champions il suo torneo favorito. Con Karim Benzema in punta e una serie di campioni di prim'ordine come Luka Modric, Sergio Ramos e Tony Kroos tra le sue fila, il tecnico dei blancos Zinedine Zidane punterà a fare del suo meglio già dall'incontro d'andata allo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo. Per contrastare il grande potenziale del Real Madrid, il tecnico orobico Gian Piero Gasperini dovrà dunque fare del suo meglio già nello schierare la formazione titolare, puntando molto sul talento del suo numero 10 Alejandro Gomez, forse però in partenza a gennaio, e sulla forza fisica degli attaccanti Duvan Zapata e Luis Muriel.

A chi invece è andata veramente male è alla Lazio. La squadra di Simone Inzaghi, per molti uno dei migliori allenatori italiani del momento, dovrà vedersela contro i campioni in carica del Bayern Monaco, che dispongono di fenomeni come Manuele Neuer e Robert Lewandowsi, solo per citarne alcuni. La squadra romana, da anni in netta progressione dal punto di vista del gioco, dovrà far leva sul contropiede e sperare che i bavaresi non siano in giornata, ma sicuramente venderà cara la pelle in un'eliminatoria difficilissima.