16 agosto 2018
Aggiornato 11:37
Video

«Hanami» a Washington, lo spettacolo dei ciliegi in fiore

Complici le temperature elevate arrivate in anticipo, a Washington le centinaia di alberi di ciliego donati dal Giappone hanno raggiunto il picco della fioritura. E centinaia di persone si ritrovano ogni giorno a passeggiare o ad ammirare queste macchie di colore rosa e bianche facendo un giro in barca.

Tensione Riad-Washington, sauditi: Obama falso e debole

'Falso' e 'debole'. Così i media ufficiali sauditi definiscono il presidente americano Barack Obama reo, ai loro occhi, di avere in una recente serie di intervsite al The Atlantic Magazine, accusato alcuni Paesi alleati tra i quali anche l'Arabia saudita, di essere degli 'scrocconi'

Hillary e Donald, la politica e il suo «mostruoso» frutto

Il Washington Post ha descritto Trump come il Frankestein dei repubblicani, il risultato «mostruoso» (etimologicamente 'fuori dalla norma') di una politica trita e bigotta. E se Hillary, pur dall'altra parte, è esattamente l'incarnazione di quella «politica» con tutte le sue ambiguità, il confronto che (da previsioni) si prospetta è il perfetto segno dei tempi.

Cina-Usa verso una guerra?

Si riscalda ulteriormente il clima in Mar cinese meridionale. L'area contesa tra le isole Spratly e Paracel torna a essere la miccia che accende i fuochi della polemica tra Washington e Pechino.

In Siria ha «vinto» Putin

L'accordo di Monaco raggiunto prevede la cessazione delle ostilità entro una settimana, ma non cessate il fuoco che obblighi Mosca a sospendere i raid. Così, la linea che ha prevalso è stata quella della Russia. Che ha letteralmente «sconquassato» il ruolo di Washington in Medio Oriente

Milan, Nocerino ai saluti: Mls o Getafe

Potremmo essere alle strette decisive per l’addio di Nocerino al club di via Aldo Rossi. Sono arrivati a Milano emissari del Washington Dc per convincere il centrocampista a trasferirsi negli Stati Uniti, ma c’è sempre il Getafe interessato all’ex Palermo.

Washington elimina il bando all'export di petrolio

Una mossa storica, che riflette i cambiamenti economici e politici determinati dall'enorme crescita della produzione petrolifera negli Stati Uniti (quasi +90% dall'agosto 2008) che rende obsoleto un divieto che era stato introdotto nel 1973 per cercare di favorire l'indipendenza energetica del Paese.

Non è caos, è la strategia di Donald Trump

Il Washington Post ha analizzato la campagna elettorale del candidato al momento favorito, secondo i sondaggi, per la nomination repubblicana in vista delle elezioni presidenziali statunitensi.

L'FMI promuove Pechino: lo yuan entra tra le valute di riserva

La decisione è stata presa dal consiglio esecutivo, che riunisce i rappresentanti dei Paesi membri dell'istituzione di Washington, e ha aggiunto lo yuan a dollaro, euro, yen e sterlina come componente dei diritti speciali di prelievo, la valuta di riserva dello stesso FMI.

Anche Alibaba vuole il suo giornale

Jack Ma infatti starebbe trattando per acquistare il South China Morning Post, un quotidiano molto influente in lingua inglese pubblicato a Hong Kong. La notizia è ripresa dal New York Times che cita fonti a conoscenza delle discussioni tra il miliardario cinese e la proprietà del quotidiano.

Vola Golden State, 14ma vittoria consecutiva

Ora dovranno battere i Lakers martedì per eguagliare il record di 15 vittorie consecutive in avvio di campionato Nba, detenuto ex aequo da Washington (1948-1949) e Houston (1993-1994). Sconfitti Bargnani e Gallinari.

LeBron James guida Cleveland

I Cavaliers superano Utah nel finale. Kevin Durant è costretto a lasciare il parquet per un infortunio e Russell Westbrook completa il lavoro con 22 punti, 11 assist e 11 rimbalzi grazie ai quali Oklahoma passa a Washington.

Notify, l'app di Facebook per le news

Sembra che l'azienda di Zuckerberg faccia sul serio e voglia veramente entrare nel mercato delle notizie su mobile. Tra i primi partner che forniranno i contenuti ci sarebbero testate di livello tra cui Vogue, Mashable, The Washington Post, Comedy Central, Billboard e CNN.

Assad da Putin, cosa c'è (davvero) sotto

La visita di Bashar al Assad a Mosca di martedì non ha avuto un mero scopo negoziale. Piuttosto, è stata l'ennesima mossa strategicamente calcolata, che ha mandato Obama su tutte le furie. Vediamo perché

Attento Obama, la Cina sta con Putin

Nella questione siriana, Washington ha un altro, minaccioso nemico: Pechino, che da sempre sposa la linea russa a sostegno di Assad. E mentre il web e i media cinesi sostengono apertamente Putin, circolano voci su un prossimo maggiore attivismo cinese nello scenario mediorientale...

La (non) strategia di Matteo Renzi tra Iraq, Siria e Libia

Nonostante la dichiarata contrarietà a «interventi spot» annunciata per la Siria, il premier ha affermato la disponibilità italiana a bombardare l'Isis in Iraq insieme alla coalizione guidata da Washington. Mentre la Libia versa ancora nel caos, quali sono i motivi e rischi di tale scelta?