8 marzo 2021
Aggiornato 07:00
Per ora 121 persone sono state portate in un centro di detenzione

USA, al via il programma di rimpatrio di migranti irregolari

Questa settimana è iniziato il piano di rimpatrio degli immigrati irregolari voluto dalle autorità di Washington. Come ha annunciato ieri il segretario per la Sicurezza interna degli Stati Uniti, Jeh Johnson, saranno riportati nei loro Paesi di origine 121 adulti e bambini

NEW YORK - Questa settimana è iniziato il piano di rimpatrio degli immigrati irregolari voluto dalle autorità di Washington. Come ha annunciato ieri il segretario per la Sicurezza interna degli Stati Uniti, Jeh Johnson, saranno riportati nei loro Paesi di origine 121 adulti e bambini. Si tratta di una operazione a livello nazionale per porre un freno alla nuova ondata di migranti arrivati in Usa nel 2014.

In un centro di detenzione
Le famiglie prese in custodia dalle autorità si trovavano in Georgia, Texas e North Carolina e in questo momento - in attesa del loro rimpatrio - si trovano in un centro federale di detenzione. «Come ho ripetuto più volte i nostri confini non sono aperti all'immigrazione illegale», ha detto Johnson. «Se venite qui illegalmente, vi rimanderemo indietro in rispetto delle nostre leggi e dei nostri valori».

Operazione su larga scala
L'operazione è la prima su larga scala messa in atto dall'amministrazione Obama e prenderà di mira centinaia di famiglie arrivate negli Stati Uniti senza visto. Washington tuttavia non ha voluto indicare il numero di bambini coinvolti nei fermi e nei successivi rimpatri. Le famiglie coinvolte sono quelle già colpite da un ordine di rimpatrio da parte di un giudice.

Tema chiave
Il tema dell'immigrazione sarà uno dei principali punti della campagna elettorale dei candidati repubblicani, i quali da tempo attaccano le politiche definite troppo deboli «messe in atto» da Washington. Più di 100.000 famiglie sia con che senza bambini hanno cercato di entrare negli Stati Uniti nel 2014. L'amministrazione Obama ha fatto sapere che i fermi e i rimpatri dei migranti irregolari continueranno anche nelle prossime settimane.

(Con fonte Askanews)