21 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Iraq

Tregua in Kurdistan, ora Baghdad tratta

Il premier iracheno Abadi annuncia lo stop ai combattimenti. Dopo il «congelamento» del referendum, cessati gli scontri alla frontiera di Fish Khabur

La lotta al terrorismo

Mosul: si combatte nella Città vecchia

8 mesi dopo il lancio dell'offensiva per strappare dalle mani dell'Isis la strategica località nell'Iraq settentrionale, le forze governative irachene sono impegnate nella liquidazione delle ultime sacche di resistenza

Crisi irachena

Per gli sfollati di Mosul arriva l'incubo inverno

Ad oggi sono almeno 80mila le persone scappate che si sono rifugiate nei campi profughi, dove le condizioni di vita sono dure, soprattutto in vista dell'arrivo del gelo

40 cadaveri

Isis, scoperta una nuova fossa comune vicino Mosul

A circa dieci chilometri a sud di Mosul, le forze irachene hanno scoperto una fossa comune contenente i corpi di 40 persone, che stando al racconto dei testimoni sono state portate sul luogo con i pickup dai terroristi islamici

Rivolta in Iraq

A Mosul è scontro casa per casa

Dopo l'inizio della massiccia offensiva sulla strategica località dell'Iraq settentrionale cominciata il 17 ottobre scorso, le forze d'elite dell'esercito governativo stanno combattendo casa per casa di fronte a una feroce resistenza organizzata dai miliziani islamisti dell'Isis

La lotta al Califfato in Iraq

Mosul, continua la battaglia: per i curdi al-Baghdadi è in città

Secondo quanto reso noto dal ministro della Difesa irachena, una serie di raid aerei della coalizione internazionale ha distrutto una ventina di veicoli dell'Isis e, soprattutto, una rete di tunnel nella roccaforte dell'autoproclamato califfato islamista

La lotta al Califfato in Iraq

Truppe speciali irachene entrano a Mosul: sarà un cimitero per l'Isis

Il ministro degli esteri Gentiloni: «I nostri militari stanno addestrando e armando i peshmerga, proteggendo i lavori di ricostruzione della diga. Sono inoltre impegnati in operazioni di combattimento, di ricognizione e di soccorso con gli elicotteri»

Notizie dal fronte

Iraq, da tre giorni infuria la battaglia per Mosul

Le forze governative liberano il villaggio cristiano di Karamlech ma è dura la resistenza dei miliziani Isis. A supporto delle unità che si stanno muovendo verso la strategica località, la coalizione internazionale ha effettuato un numero senza precedenti d'incursioni aeree

La città venne conquistata dai jihadisti nel giugno 2014

L'Iraq contro l'Isis, parte la liberazione di Mosul

Sono ufficialmente iniziate le operazioni per la liberazione di Mosul, roccaforte dell'Is in Iraq. Ma il futuro della città, sunnita in un Paese a maggioranza sciita, rimane fortemente incerto

La città irachena nel nord del paese in mano all'Is dal giugno 2014

Iraq, al via la liberazione di Mosul dall'Isis

In un discorso alla tv il premier iracheno Haider al-Abadi, comandante in capo delle forze armate irachene, ha annunciato che sono iniziate le operazioni per riconquistare Mosul

Terrorismo islamico

Iraq, training militare per la campagna di Mosul contro l'Isis

Le forze antiterrorismo irachene si stanno preparando alla campagna di Mosul. Sembra essere imminiente la battaglia per riconquistare la città nel nord dell'Iraq, diventata il quartier generale dell'Isis e ultima roccaforte del Califfato nel paese.

L'ufficializzazione di al-Abadi

Isis, il governo iracheno pronto alla guerra per liberare Falluja

La città è sotto controllo dell'Isis dal gennaio 2014. Le forze armate irachene appoggiate dagli Usa stanno convergendo su Falluja nell'ambito dell'offensiva per riprendere le città dalle mani dei miliziani islamici

La lista

Panama Papers: la lista dei leader mondiali coinvolti

12 leader e diversi familiari e collaboratori strettissimi di grandi nomi della politica mondiale al centro del più grande scandalo di tutti i tempi collegato all'evasione fiscale e alla corruzione

Lotta al terrorismo

Iraq, Libia: l’Italia è in guerra?

Secondo gli Stati Uniti un maggiore impegno dell’Italia in Libia sarebbe benvenuto. Mentre i jihadisti starebbero avanzando, il ministro italiano della Difesa Pinotti dichiara che «l’intervento italiano in Libia non è imminente».

Crepe nel corpo della diga

Diga di Mosul, la più importante ma «fragile» risorsa idrica irachena

In questi giorni sono circolate in occidente, ma anche in Italia, allarmanti dichiarazioni circa la solidità della grande opera che rischierebbe un imminente crollo. Allarmi che sono stati bollati da Baghdad come «chiacchere».

Serie di riforme che mirano a contrastare la corruzione

Iraq, il premier si taglia la scorta

Il primo ministro iracheno, Haider al Abadi, ha ordinato una drastica riduzione del numero delle guardie del corpo per i responsabili, nel quadro di una serie di riforme che mirano a contrastare la corruzione

Il dossier iraniano

Intesa sul nucleare iraniano, congresso USA irritato da voto Consiglio ONU

I repubblicani potrebbero costringere il presidente a porre il veto per salvare l'intesa, ma è difficile che possano superarlo con una maggioranza dei due terzi in entrambe le Camere. Questa, comunque, è una possibilità che la Casa Bianca vuole evitare, per non indebolire la portata dell'intesa.

Stato islamico

Ramadi divide USA e Iraq, con l'Isis «sarà una lunga guerra»

Ne è convinto Faleh A. Jabar, direttore dell'Iraq Institute for Strategic Studies, secondo il quale dietro le dure critiche statunitensi alle forze irachene si nasconde la reale intenzione di Washington di spingere per una «riforma della Guardia nazionale che preveda un'attiva partecipazione della popolazione» nella lotta ai terroristi dell'Isis.

Prima visita del premier iracheno a Washington

L'Iraq chiede aiuto a Obama

Oggi, si terrà la prima visita del premier iracheno a Washington. Haider al-Abadi, primo ministro da settembre, ha chiesto ieri agli States più aiuti nella lotta ai jihadisti. Il suo governo è impegnato ad affrontare una dura crisi economica e l'avanzata dell'Isis. Giovedì, l'incontro con Christine Lagarde del FMI.

Messaggio personale di Putin a premier iracheno

Mosca corteggia Baghdad, fra interessi petrolio e lotta a Isis

L'Iraq ha riserve petrolifere enormi, che nella regione sono seconde solo a quelle dell'Arabia Saudita e leggermente superiori a quelle degli Emirati, del Kuwait e dell'Iran. Tuttavia tali riserve sono sottoesplorate. La maggior parte delle sue esportazioni sono dirette agli Stati Uniti e alle raffinerie asiatiche.

Dario Fabbri a askanews: «Obama non vuole unica potenza regionale»

Yemen, Iraq: la «lucida schizofrenia» USA tra sciiti e sunniti

La guerra nello Yemen è destinata a creare il «caos» in tutto il Medio Oriente. Ma agli Stati Uniti questo stato di permanente caos, in fondo, non dispiace. Anzi, rientrerebbe proprio nella strategia adottata dall'amministrazione di Barack Obama

Guerra all'ISIS

Le forze irachene avanzano su Tikrit

Un comandante iracheno ha reclamato il sostegno aereo da parte della coalizione internazionale per accelerare la conquista delle città settentrionale dell'Iraq, sotto controllo dell'Isis da nove mesi.

Stato Islamico

Iraq lancia offensiva militare per riconquistare Tikrit

Stando a quanto riferito dalla tv irachena, citata dalla Bbc, i militari hanno attaccato la città natale dell'ex presidente Saddam Hussein, situata 150 chilometri a nord di Baghdad e conquistata dall'Isis lo scorso giugno, con la copertura dei raid aerei di caccia iracheni.

Terrorismo | Stato Islamico

Iran, USA, e la collaborazione «che non si può dichiarare»

Negli ultimi giorni Stati Uniti e Iran hanno combattuto una guerra nella guerra contro lo Stato islamico. Quella delle smentite, con Washington che ha parlato di un attacco dell'Iran contro l'Isis in Iraq, Teheran che ha prima negato e poi confermato.

La crisi irachena

Papa Francesco, nuovo appello per risolvere la crisi irachena

Lettera firmata l'8 agosto e consegnata nei giorni scorsi al presidente iracheno Fuad Masum dall'inviato personale di Jorge Mario Bergoglio nel paese mediorientale, cardinale Fernando Filoni, nella quale il Pontefice argentino ribadisce il «dolore» per la «brutale sofferenza dei cristiani e di altre minoranze religiose».

Con l'uscita di scena del Premier Al Maliki

Iraq, Obama pronto a incrementare aiuti

E' quanto scrive il Wall Street Journal, citando fonti USA, irachene e curde, a due giorni dal discorso alla nazione di Maliki, che ha ufficializzato la sua rinuncia a un terzo mandato. Intanto nel corso di una visita lampo a Baghdad, il ministro degli Esteri tedesco Frank Walter Steinmeier ha promesso di aiutare il governo iracheno nella lotta contro i jihadisti dell'Is (Stato Islamico), senza es

La crisi irachena

Yazidi «massacrati» dai jihadisti nel nord dell'Iraq

I jihadisti dello Stato islamico hanno compiuto un «massacro» nel villaggio iracheno di Kocho, uccidendo decine di persone, perlopiù appartenenti alla minoranza yazida. Lo hanno riferito alla France presse funzionari curdi e un testimone. Almeno 15 jihadisti dello Stato islamico sono morti nei raid aerei americani lanciati oggi nei pressi della diga di Mosul, nel nord dell'Iraq.

La crisi irachena

«Leader islamici condannino barbarie su cristiani e yazidi»

Dura dichiarazione del Pontificio consiglio per il Dialogo interreligioso, guidato dal cardinale Jean-Louis Tauran, sulla «barbarie» delle violenze dell'autoproclamato Califfato in Iraq: «Quale credibilità potrebbe avere ancora il dialogo interreligioso pazientemente perseguito questi ultimi anni?»

Lotta per il potere

Iraq: al Maliki non cede, è scontro con Masum

Il contestatissimo primo ministro iracheno ha conquistato un'importante vittoria nella sua battaglia per mantenere il potere, con la conferma della sua legittimità da parte della Corte federale. Un verdetto giunto mentre l'esercito, dispiegato in forze nella capitale Baghdad, resta praticamente impotente di fronte all'avanzata delle forze jihadiste.

La crisi irachena

Kerry: «Un Iraq unito è più forte»

Ne è convinto il segretario di Stato Usa John Kerry, intervistato dalla Bbc al termine del suo incontro a Erbil con il presidente curdo Massud Barzani: «Serve una soluzione politica».

La crisi irachena

Centinaia di soldati iracheni uccisi da jihadisti Isil

L'annuncio arrivato in tv dal generale Qassem Atta, portavoce sulla sicurezza del primo ministro iracheno Nouri al Maliki. Intanto i ribelli sunniti in Iraq hanno assunto il controllo di un secondo valico di frontiera con la Siria. Leader sunnita iracheno: combattiamo con Isil per cacciare Maliki.

La crisi irachena

John Kerry vede al Maliki che incassa il sostegno di Putin

L'incontro è il primo di una serie tra il Segretario di Stato americano e i leader iracheni sulla situazione politica e confessionale nel Paese, scosso da un'imponente offensiva portata avanti dai ribelli sunniti che hanno conquistato diversi territori in cinque province irachene. Intanto la Giordania teme per il «contagio».

La crisi irachena

Iraq, Obama tenta la carta Kerry

Il presidente degli Stati Uniti manderà il segretario di Stato John Kerry in missione diplomatica in Medio Oriente ed Europa dal 22 al 27 luglio. Clinton: «Nouri al Malik se ne deve andare». Intanto secondo il Pentagono l'Iran ha inviato un piccolo numero di agenti per aiutare il Governo sciita.

Gli effetti indesiderati del conflitto iracheno

Iraq, USA e lo sperpero di denaro pubblico

I revisori contabili del governo americano hanno rilevato che non è possibile rendere conto di almeno il 10% dei 61 miliardi di dollari spesi per progetti di ricostruzione dal 2003 al 2012 e che il 15%, circa otto miliardi sono stati sprecati.

La crisi irachena

Non ci saranno raid aerei americani in Iraq

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha deciso di non optare per un attacco immediato per contrastare l'avanzata dei ribelli sunniti dell'Isil (o Isis), scegliendo invece un approccio strategico, fornendo l'assistenza dell'intelligence ai militari iracheni, affrontando politicamente le divisioni politiche e cercando il sostegno degli alleati regionali.

La crisi irachena

Washington invia la portaerei «George H. W. Bush» nel Golfo Persico

L'Amministrazione Obama non ha deciso quale reazione adottare di fronte all'offensiva lanciata dalla milizie jihadiste dello Stato islamico in Iraq e nel Levante (Isil) nel nord del Paese, pur avendo allo studio «una serie di iniziative per sostenere le forze di sicurezza irachene», compresa la possibilità di incursioni aeree.

La crisi irachena

Al via da Samarra controffensiva contro i jihadisti

Lo ha riferito un colonnello dell'esercito iracheno, dopo che il premier Nouri al-Maliki ha annunciato che il governo gli ha assegnato «poteri illimitati». Intanto dodici poliziotti uccisi da milizie Isil a Ishaqi.

Politica

L'Iraq verso il voto

Il 30 aprile si rinnoverà il Parlamento. Per ora la camapgna elettorale nella capitale fila liscia ma si temono nuovi attentati. Il governo, guidato da Nuri al-Maliki che punta al terzo mandato, è infatti alle prese con uno dei momenti più sanguinosi nella storia recente del Paese

Ieri il governo iracheno ha compiuto il suo primo anno di vita

Attentati multipli a Baghdad, 67 morti e 176 feriti

Dopo il mandato d'arresto per il sunnita Hashemi nel pase è crisi politica. Casa Bianca: «decisa» condanna degli attentati di Baghdad. Terzi: Fiducia in Maliki, dialogo tra le forze politiche. Gran Bretagna: attentati «vili», appello per il dialogo