15 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
One Belt One Road

Il ritorno del «sogno cinese» che ci sovrasterà

Il presidente Sergio Mattarella e il ministro dei Trasporti Graziano Delrio sono volati a Pechino per rafforzare la partnership strategica con il Dragone in vista del mega piano di investimenti cinesi

La bufala della svolta filorussa del M5S

Il M5S vicino alla Russia di Putin per vincere la partita contro Renzi?

La “bufala” della svolta filorussa del Movimento 5 stelle dilaga sul web, ma l'Antidiplomatico - testata di riferimento del Movimento e registrata a nome di uno dei collaboratori di Alessandro Di Battista - si è affrettato a smentire

SACE: ecco la mappa dei rischi 2016

I paesi emergenti non sono più un «Eldorado»?

L'aumento dei rischi si è tradotto in oltre 5 miliardi di euro di minori esportazioni nell'ultimo anno, ma è possibile recuperarne 31 nei prossimi quattro puntando, strategicamente, su un paniere di mercati a elevato potenziale.

Banche e imprese dell'area sovra indebitate per 3.300 mld

Fmi lancia allarme per Paesi emergenti, a rischio di rating spazzatura

Il baricentro dei rischi finanziari dell'economia globale si sposta sempre più sui Paesi emergenti, avverte il Fondo monetario internazionale: in diversi casi potrebbero vedersi declassare i titoli di Stato fuori dalla soglia minima di sicurezza

Dopo il boom degli anni passati

America Latina in crisi, le ricette di FMI e Banca Mondiale

Dopo dieci anni di forte crescita economica, i paesi dell'America Latina, e in particolare il Brasile, cominciano a perdere colpi, come tutti gli altri mercati emergenti del mondo di fronte al crollo dei prezzi delle merci

Per ora sono voci, ma lo scenario riserverebbe molte sorprese

Tradita dalla BCE, Atene si consola con la Banca dei BRICS (e con Mosca)?

Mentre tra Grecia ed Europa è rottura, Atene sembra sempre più vicina a Mosca. Al punto che si rincorrono le voci di un suo interesse ad entrare nella Nuova Banca di Sviluppo dei Brics. E un asse Atene-Mosca-Pechino farebbe sì rabbrividire l'Europa, ma soprattutto l'inquilino della Casa Bianca...

Appuntamento è dall'8 al 10 a Ufa, in Bashkiria

Putin e il club esclusivo dal quale l'Occidente è escluso

Proprio mentre il dialogo tra Mosca e Washington sembra regredito ai tempi della Guerra fredda, il presidente russo Vladimir Putin ospita un doppio summit con i leader mondiali delle potenze alternative: i Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) e l'Organizzazione di cooperazione di Shanghai (SCO), che raggruppa Cina, Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan.

Il rebus Russia

I giri di valzer di Putin a Ufa: 12 bilaterali in 3 giorni

Lasciando a Ovest, ma non dimenticando la crisi greca e il rapporto sempre più stretto con Alexis Tsipras, il leader del Cremlino va verso Est e da mercoledì sarà nella città di Ufa, fondata da Ivan il Terribile e oggi ricchissima di petrolio, nonchè dall'8 sede di un doppio summit dei Brics e della Organizzazione di Shanghai per la cooperazione.

Interessati al progetto anche Slovacchia e Iran

Gazprom conferma: i lavori di Turk stream partono a giugno

La costruzione del gasdotto Turkish stream, che ha cambiato nome, inizierà entro la fine del mese grazie alla costruzione della prima delle quattro sezioni affidata a Saipem. Lo ha annunciato un portavoce del gigante russo Gazprom alla World Gas Conference, il più importante congresso mondiale del settore che quest'anno si svolge a Parigi

L'agenzia cinese Dagong promuove i conti di Mosca

Il filo diretto fra Pechino e Mosca porta la firma Gazprom

I rapporti fra Russia e Cina sono ad «alti livelli, senza precedenti», ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov durante un incontro con il suo omologo cinese Wang Yi. Per il Dragone i russi sono il nono partner commerciale e l'anno scorso i rapporti di scambio sono cresciuti del 7%, raggiungendo i 95,3 miliardi di dollari. L'intesa si basa su gas, petrolio e ora anche finanza

I 5 Paesi emergenti in difesa dei conti di Putin

Standard and Poor's boccia la Russia, i BRICS: facciamo da soli

A marzo si terrà un incontro fra un «gruppo di contatto di esperti» per la creazione di «un'agenzia di rating indipendente, all'interno del gruppo (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica,ndr)», ha detto l'ambasciatore brasiliano a Mosca, Antonio Jose Vallim Guerreiro. Non si verrebbe a creare qualcosa di nuovo, ma si darebbe sostanza alla Universal Credit Rating Group. Ma chi c'è dietro?

Per l'ex Premier l'Europa ha sbagliato anche in Libia

Enrico Letta: «Alleanza con gli USA, sì. Ma basta errori con Putin»

Le elezioni greche, il futuro dell'Ue, il ruolo dell'unione bancaria, il piano Juncker, il Ttip. Ma anche i rapporti con la Russia, l'Asia e il Mediterraneo, e la necessità, per l'Italia, di internazionalizzarsi. Enrico Letta, in occasione della lectio magistralis tenuta a Roma in presenza di Franco Frattini, commenta lo scacchiere geopolitico attuale. Con un occhio all'Europa e uno al mondo

Politica monetaria

Il ruolo dell'oro come alternativa al sistema del dollaro

I maldestri tentativi da parte americana di salvare a tutti i costi il ruolo egemone del dollaro stanno spingendo molti Paesi a lavorare più alacremente per costruire un’alternativa monetaria multipolare. Oggettivamente il dollaro, come unica valuta degli scambi e delle riserve internazionali, ha concluso il suo ciclo storico. Bisogna prenderne atto.

I vertici mondiali

Al G20 australiano molte domande ma poche risposte

Il summit dei leader dei paesi del G20 si terrà il 15 e 16 novembre nella città australiana di Brisbane. Stando agli esperti, le questioni acute che vi saranno sollevate rimarranno di nuovo senza risposte intelligibili.

L'Italia al vertice dei 20 big mondiali

A Brisbane saremo in 20 contro la coppia Merkel-Juncker

Il focus del G20 verterà su crescita e investimenti. La speranza è che la coppia Merkel-Juncker, accerchiata dagli altri leader, sarà costretta ad ammorbidirsi. Tra i temi previsti, anche Marò ed ebola

Piazza Affari in picchiata

La borsa italiana in 10 anni è quella che ha perso più di tutti

Il bilancio della performance di Piazza Affari degli ultimi dieci anni è impietoso: Borsa Italiana, nonostante il buon recupero segnato da fine 2012, è l'unica in territorio negativo con una media annua pari al -2,6%, pari a un rendimento complessivo del -25%. Il che equivale ad aver perso un quarto dell'investimento dalla fine del 2003.

Guerre valutarie

Euro contro dollaro

Tra Stati Uniti e Francia è scoppiato lo scandalo. Il motivo è stata la decisione di un tribunale statunitense di obbligare la banca francese BNP Paribas a pagare una multa di 8830 milioni di dollari per aver violato le sanzioni contro Iran, Cuba e Sudan, che vieta le transazioni in dollari.

Relazioni internazionali

Il vertice BRICS come punto di riferimento del mondo nuovo

Molti esperti ritengono che il vertice BRICS in Brasile sia diventato un’illustrazione degli ampi progressi raggiunti nella struttura della moderna geopolitica. Un luogo comune letteralmente di tutti i commenti, dedicati all’incontro dei leader del gruppo dei paesi emergenti, è la constatazione dell’evidenza dei mutamenti che stanno avvenendo sulla scena politica mondiale.

Relazioni internazionali

Putin punta sui BRICS

Il Presidente russo sembra avere altri piani per il futuro. Come i quattro moschettieri più uno, lanciati contro l'Ovest, sempre più avaro di investimenti e sempre più uso a sanzionare Mosca per la crisi ucraina e la recente annessione della Crimea. Pur specificando che «non abbiamo piani di un'alleanza politico-militare basata sul Brics».

Isolato ad ovest

Putin in America Latina sotto il segno dei BRICS

Cuba, Argentina, Brasile. Domenica a cerimonia chiusura Mondiali. Il leader del Cremlino punta a rafforzare legami con Paesi che la Russia considera «partner naturali» e a strappare qualche nuovo contratto in un momento in cui gli investimenti esteri per la Russia sono un problema.

Studio della iResearch

Nel 2011 In Cina la pubblicità on line supera quella dei giornali

Il fatturato sulla rete oltre i 51,19 mld di yuan contro 45,36 mld su stampa. Secondo lo studio, le tre principali piattaforme per la pubblicità on line in Cina sono il motore di ricerca Baidu, che domina il mercato cinese, i siti di commercio on line del gruppo Taobao e Google

Ordine del Presidente Rousseff

Il Brasile vuole favorire gli immigrati specializzati

La norma autorizzerà l'ingresso di 400.000 professionisti: «Dal momento che il Brasile è oggi un'isola di ricchezza nel mondo, c'è molta gente qualificata che vorrebbe lavorare qui»

Secondo la classifica del Cebr

Il Brasile scavalca la Gran Bretagna e diventa la sesta economia del mondo

Nella sua ultima classifica, il Centre for Economics and Business Research (Cebr) ha inserito il Regno Unito al settimo posto tra le economie mondiali, dietro gli Stati Uniti (1), la Cina (2), il Giappone (3), la Germania (4), la Francia (5) e il Brasile (6)

Migliaia di lavoratori hanno scioperato nelle ultime settimane

Rallenta la crescita, Pechino si prepara a tensioni sociali

Le Province cinesi invitate a mettere a punto un «sistema di gestione sociale». Pechino: crescita a rischio per la contrazione mondiale. La Cina ha annunciato giovedì scorso il primo calo della sua produzione manifatturiera degli ultimi due anni e mezzo

Nuovo dossier di Moody’s

Sotto controllo 60 società cinesi

Si tratta di un gruppo di società quotate su listini internazionali di Cina, USA e UE, messe ora sotto stretto controllo dall’agenzia

L'Economia dei paesi BRIC

La Russia si apre alle rinnovabili

Entro il 2020 il contributo sulla produzione totale dovrebbe arrivare al 10%. In cantiere incentivi e collaborazioni con l’Italia

Inaugurata la TAV più lunga del mondo

Ferrovia da record tra Pechino e Shanghai

Il tragitto sarà percorso da due treni diversi: uno, che viaggerà a 300 km/h, coprirà il percorso in cinque ore, mentre l’altro, con una velocità di 250 km/h, ne impiegherà otto

I prodotti di qualità fanno volare l’export

Il Mato Grosso brasiliano verso la produzione biologica

I settori di punta dell’export sono rappresentati dalla carne, dalla carta e cellulosa, dallo zucchero e alcool, dal cuoio e pelle, e infine dall’estrazione mineraria