19 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
Elezioni regionali

Sicilia, Di Maio: «Osce monitori le elezioni»

Il candidato premier del M5s: «Noi lanciamo una forte denuncia, c'è un grande pericolo di condizionamento del voto e di mancanza di libertà»

Sempre meno risorse

Le formiche sul corpo dei malati che scarnificano la sanità pubblica

Il settore sanitario deve essere trasformato, da pubblico a privato. Da gratuito a pagamento: questa è l’unica vera riforma che interessa al mercato. Perché si tratta di un settore economicamente immenso dove il settore finanziario può realizzare profitti enormi e senza pari

Erdogan: da osservatori esterni conclusioni faziose e inacettabili

Referendum costituzionale in Turchia: dubbi sul voto anche dalla comunità internazionale

I principali partiti d'opposizione, il Chp e il filo-curdo Hdp, hanno annunciato che faranno ricorso contro il risultato mentre per l'Ocse l'elezione è stata condotta «in condizioni di disparità» e le modifiche procedurali decise all'ultimo minuto hanno «rimosso importanti salvaguardie»

Il prezzo della crescita

Il lato oscuro dell'economia tedesca

Il rally dell'economia tedesca non si ferma, ma il paese è sempre più diseguale. La società è rigida e la ricchezza concentrata nelle mani di pochi privilegiati. Vi sveliamo l'altra faccia del miracolo economico tedesco

l'italia spera nel sì

Banche, Padoan all'Eurogruppo: «I risparmiatori saranno salvaguardati»

Secondo il presidente dell'Eurogruppo le soluzioni al problema dei crediti deteriorati vanno trovate dentro le regole comunitarie. Intanto il Financial Times si scaglia contro l'Italia, sostenendo che nel Belpaese ci sono più banche che pizzerie

più disparità meno crescita

Disuguaglianze, ecco perché noi italiani stiamo diventando sempre più poveri

Il rapporto Oxfam sulla ricchezza internazionale è impietoso: nel Belpaese il 30% del reddito nazionale è nelle mani del 5% della popolazione. Vi spieghiamo perché la crescita è a rischio in una società disuguale e perché è importante occuparsi delle disuguaglianze

gli atenei tra luci e ombre

Rapporto Anvur, ecco perché i ricercatori abbandonano l'Italia

Il rapporto Anvur sugli atenei italiani ne individua i punti di forza e di debolezza: evidenti disparità tra le regioni nell'offerta didattica, pochi finanziamenti per la ricerca e "cervelli in fuga". Ma migliora la regolarità dei percorsi di studio, aumenta la mobilità tra gli atenei nazionali e crescono le docenze in rosa