19 gennaio 2020
Aggiornato 22:30
Elezioni regionali

Sicilia, Di Maio: «Osce monitori le elezioni»

Il candidato premier del M5s: «Noi lanciamo una forte denuncia, c'è un grande pericolo di condizionamento del voto e di mancanza di libertà»

PALERMO - Le elezioni regionali siciliane sono a rischio di condizionamento. La denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle, che dall'Ars di Palermo ha chiesto ufficialmente l'intervento dell'Osce, l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, affinché vigili sul corretto svolgimento della tornata elettorale in programma il prossimo 5 novembre. «Noi lanciamo una forte denuncia, c'è un grande pericolo di condizionamento del voto e di mancanza di libertà del voto in Sicilia - ha detto il candidato premier Luigi Di Maio -. Per questo interesseremo organismi internazionali come l'Osce per chiedergli di monitorare le elezioni come si fa in quei Paesi dove la libertà di voto è a rischio perché ci sono condizionamenti».

Le polemiche sono scoppiate dopo che sabato scorso è finito in manette il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, candidato all'Ars per Forza Italia che sostiene il presidente Musumeci. Rizza, che si è dimesso da sindaco, ha annunciato di non volere rinunciare a correre per uno scranno a Palazzo dei Normanni. Dai 5 stelle arriva dunque un appello alla Commissione nazionale Antimafia affinché annunci prima del voto la lista degli «impresentabili». «Chiediamo alla Commissione Antimafia di partorite l'elenco ufficiale degli impresentabili nelle liste per queste regionali - ha aggiunto Di Maio -. Gli impresentabili non sono una nostra fissazione. Il problema è che questa gente è coinvolta nei reati e nei processi che riguardano la nostra sanità, i nostri trasporti, la disoccupazione. Sono gli aguzzini politici della regione Siciliana, e che Musumeci e Micari stano ricandidando e nascondendo nelle liste per non far comprendere ai siciliani la gravità della cosa».

Parole a cui hanno fatto eco quelle di Giancarlo Cancelleri, candidato presidente della Regione Siciliana per il Movimento 5 Stelle: «Mi pare che le liste non siano pulite. Le liste che stanno arrivando al voto dei cittadini sono pericolosamente impresentabili. Arrestati, condannati, una serie di rinviati a giudizio, per tanti reati che poi hanno condannato la vita dei cittadini, perché sono reati contro la pubblica amministrazione, contro i lavori, la sanità, e contro tutti quelli che erano dei diritti».