> <
RSS

Milan: quante sorprese nella lista dei convocati anti Aek

Sembra proprio che mister Montella stia preparando qualche sorpresa in vista del match che i rossoneri disputeranno domani a San Siro contro i greci dell’Aek Atene. Viste le convocazioni di appena 3 centrali, non è escluso addirittura un ritorno della difesa a 4. Di sicuro ci sarà un ampio turn over a centrocampo, mentre in attacco sarà il turno di Cutrone e Andrè Silva.

Milan: una poltrona per tre

Il grande dubbio di Vincenzo Montella a pochi giorni dal delicatissimo derby contro l’Inter è su chi puntare per scardinare la munita difesa interista. In tre si contendono una sola maglia: il croato Kalinic, nelle ultime ore scivolato nelle percentuali ancora a causa del problemino fisico avvertito contro la Roma, il portoghese Andrè Silva e il baby bomber rossonero Cutrone.

Milan, Montella: contro l’Inter si cambia

Prove tecniche di formazione a Milanello in questi giorni delicatissimi che precedono il derby di domenica sera. Malgrado le tante assenze, Montella è al lavoro per trovare una collocazione a Suso e Bonaventura che contro l’Inter potrebbero trovare spazio in un 3-4-2-1 ideale per le loro caratteristiche tecnico-tattiche.

Milan brutto e vincente: ci pensano i gemelli del gol

Vittoria sofferta - decisamente troppo - quella conquistata dal Milan contro i ruvidi croati. In vantaggio con un gran gol di Silva, i rossoneri raddoppiano con Musacchio a inizio ripresa. Poi il black out e nei 10 minuti finali il Rieka raggiunge un pareggio incredibile. Ci pensa nei minuti di recupero Cutrone a salvare la panchina di Montella, ma così proprio non va.

Milan, Montella e Marra: una pessima figura

Ha fatto molto scalpore la notizia diffusa ieri nel tardo pomeriggio riguardante la drastica decisione dell’allenatore rossonero di licenziare il suo storico preparatore atletico. La scelta di Montella, sacrificare un collaboratore per non finire sul banco degli imputati, è apparsa una mossa improvvida. Uno scaricabarile del tutto inaccettabile.

Milan: i 7 peccati capitali di Montella

Il principale imputato della seconda disfatta rossonera in appena sei giornate di campionato è senza dubbio l’allenatore Montella, da molti considerato inadeguato alle ambizioni del nuovo Milan. Tanti in effetti i suoi errori, da quelli di carattere tattico alla scelta degli uomini, per finire ai limiti caratteriali di una squadra senza mordente.

Rivoluzione Milan: Montella cambia tutto

Giovedì sera a Vienna, per l’esordio in Europa League, l’allenatore del Milan annuncia una vera a propria rivoluzione: nel modulo ancor più che negli uomini. Si passa alla difesa a 3, comfort zone del calciatore più forte e carismatico della squadra, Leonardo Bonucci. Anche se con questo assetto rischiano di restare fuori Suso e Bonaventura

Raiola, nuovo attacco al Milan: ormai è guerra aperta

Ancora una frecciatina velenosa del procuratore italo-olandese nei confronti del club di via Aldo Rossi: «Nulla di personale contro Fassone e Mirabelli, ma non mi fido del loro progetto». Un atteggiamento che rischia di compromettere definitivamente i rapporti tra l’agente (e i calciatori rossoneri della sua scuderia, Donnarumma, Bonaventura e Abate) e il Milan.

> <