18 novembre 2018
Aggiornato 05:00

Milan: un problema in più per mister Gattuso

Espulso nei minuti finali di Milan- Betis, Samu Castillejo dovrà scontare un turno di squalifica nel match di ritorno in programma giovedì sera. Peccato perchè lo spagnolo poteva essere il sostituto ideale di Higuain
L'attaccante spagnolo del Milan Castillejo
L'attaccante spagnolo del Milan Castillejo (ANSA)

MILANO - Avevamo fatto i conti senza l’oste. Parlando amabilmente della fase di preparazione del Milan al delicatissimo confronto contro il Betis Siviglia, quarta giornata della fase a gironi di Europa League, avevamo trascurato un elemento che nel concitato finale del match di andata era forse passato passato sotto silenzio. Per colpa di quel cartellino rosso rimediato nel recupero di Milan-Betis, Samuel Castillejo è stato squalificato per un turno, da scontare appunto giovedì sera al Estadio Benito Villamarín, al cospetto dei biancoverdi di mister Quique Setién.
Un problema non di poco conto per Gennaro Gattuso, soprattutto se Gonzalo Higuain, uscito malconcio dalla trasferta friulana con l’Udinese, dovesse marcare visita anche in Spagna per poi tornare abile ed arruolato domenica sera contro la Juventus.

Ritorno alle origini
Senza il Pipita e appunto Castillejo, l’allenatore rossonero dovrà reinventarsi del tutto il reparto offensivo del Milan che potrà però contare nuovamente su Hakan Calhanoglu. A questo punto Gattuso sarebbe praticamente costretto a tornare rapidamente al solido e rassicurante 4-3-3, con un reparto offensivo formato da Cutrone, tra Suso e appunto il turco (praticamente il tridente titolare in assenza di Higuain), una linea mediana composta da Kessiè, Bakayoko e probabilmente Bertolacci (in attesa di riavere Bonaventura disponibile); e un quartetto di difensori guidato da capitan Romagnoli, con Abate, Musacchio e Rodriguez ai suoi lati. Naturalmente Pepe Reina tra i pali.