13 dicembre 2018
Aggiornato 16:30

Super Milan a Sassuolo: ora può partire la rincorsa

Un gran bel Milan schianta sul proprio campo una delle squadre più in forma del campionato e si rilancia in grande stile per un posto nell'alta classifica. Da mister Gattuso a Suso, passando per Abate e Biglia, è la rivincita di quattro rossoneri tra i più criticati
L'esultanza dei rossoneri dopo il primo gol di Suso
L'esultanza dei rossoneri dopo il primo gol di Suso (ANSA)

DONNARUMMA - Meno male che c’è Gigio. Come ad Empoli, la mezz’ora del primo tempo è il momento dell'amnesia. Ma su Di Francesco ci pensa Donnarumma. 7

ABATE - Inizialmente dalle sue parti si balla: Di Francesco punta il terzino rossonero che fatica ad arginarlo. Poi Ignazio prende le misure all'avversario e al 35’ si prende una grande rivincita nei confronti dei tanti tifosi rossoneri che lo criticano per partito preso ogni volta che scende in campo: il gol salvato sul figlio di Eusebio vale almeno un voto in più. 7

MUSACCHIO - Sempre attento, una sua chiusura con ripartenza del contropiede rossonero al 55’ merita una menzione particolare. Si conferma sempre più affidabile. 7

ROMAGNOLI - Gioca una partita di sostanza ed efficacia. Sfortunato in occasione del gol di Djuricic, quando rimedia una manata in faccia da Boateng e crolla a terra davanti a Donnarumma. Tutti i rossoneri protestano in maniera vibrante, ma per Giacomelli non c’è nulla di irregolare. 6

RODRIGUEZ - Molto meno propositivo di Laxalt, ma dalle sue parti Berardi fatica a trovare spazio. 6,5

KESSIE’ - La follia commessa dall’ivoriano al 25’ meriterebbe un approfondimento psicologico: quel tentativo di cucchiaio moscio con tutta la porta spalancata, salvato sulla linea dai difensori neroverdi, è incomprensibile. La lezione però sembra essere servita perchè esattamente dieci minuti dopo Franck ruba palla, attraversa tutto il campo e scaglia una mina vagante a fil di palo che Consigli può solo guardare entrare in rete. Alla fine, nei momenti più concitati e tesi della partita, Kessiè ci mette testa, grinta e classe e si conferma uno dei migliori di giornata. 7,5

BIGLIA - Ferma fallosamente una pericolosa ripartenza neroverde, ma Giacomelli gli risparmia un giallo che avrebbe potuto condizionare il suo match. Purtroppo l’appuntamento è solo rimandato e al minuto 17 l’argentino è costretto ad immolarsi nuovamente: stavolta l’ammonizione è sacrosanta. Pronto ad aiutare i suoi compagni in ogni zona del campo e protagonista di almeno 4-5 salvataggi preziosi nell’area del Milan. Sempre più imprescindibile nel centrocampo rossonero. 7

BONAVENTURA - Si fa notare al 10’ - in negativo - con un cambio di gioco suicida che rischia di offrire al Sassuolo un’invitante opportunità per sbloccare il risultato. Svolge un lavoro attento tra copertura e impostazione: la sventagliata di 40 metri che pesca Suso per il raddoppio rossonero è proprio di Jack. Al 56’ Suso gli rende il favore, ma Bonaventura spreca l’occasione che avrebbe messo il sigillo anticipato al match. 6,5

SUSO - Saggia subito la consistenza dei legni della porta del Sassuolo con una legnata di destro al 3’ che si stampa contro l’incrocio dei pali. All’inizio della ripresa, e dopo più di 1700 minuti di astinenza, si toglie lo sfizio di segnare uno dei gol più belli della stagione e fissa il punteggio sul risultato di 0-2. Per tutto il resto del match dipinge calcio come fa spesso nei giorni di grande ispirazione. Indispensabile, a dispetto delle critiche ingenerose di alcuni tifosi rossoneri. Poi si regala pure la doppietta a tempo scaduto. 8

CASTILLEJO - Gli bastano 10 minuti - impalpabili - da falso nueve per convincere Gattuso a cambiare le carte in tavola, riportare lo spagnolo a sinistra e trasferire Calhanoglu in mezzo. Ma è l’inizio di un furioso tourbillon di incroci e movimenti che toglie certezze e punti di riferimento alla difesa del Sassuolo. A completare una buona prestazione dell’ex Villarreal, ecco anche il gran gol che sigilla il match sul 3-0. 7

CHALANOGLU - È il meno appariscente dei tre attaccanti, ma fa registrare un evidente passo in avanti rispetto alle ultime tre scadenti prestazioni del turco. Entra in tutte le principali offensive rossonere e regala sensazioni incoraggianti per il prosieguo della stagione. 6,5

CUTRONE - Buono l’ingresso in campo del giovane attaccante, finalmente senza problemi alla caviglia. 6

LAXALT - Energia, gamba, vitalità, l’ingresso in campo dell’ex genoano regala sempre tutto questo ed anche altro a mister Gattuso. 6

CALABRIA - s.v.

GATTUSO - Dopo un match giocato in maniera inappuntabile e un triplo vantaggio costruito con una condotta di gara esemplare, il gol del neroverde Djuricic fa scorrere un brivido di ghiaccio sulla schiena del tecnico rossonero. Stavolta però non c’è tempo per i black out e mister Gattuso scaccia lo spettro di Antonio Conte con una grande vittoria sul campo di una delle squadre più in forma del campionato. Bravi tutti. 7