> <
RSS

Borghi dice «no» al reddito cittadinanza

«Il Carroccio è contrario al reddito di cittadinanza, che non rientra né nelle cose che si possono fare né in quelle che si debbono fare». E la proposta del Governatore della Lombardia Roberto Maroni altro non è che «un'astuzia semantica e un'intelligente provocazione per dimostrare che lo Stato e le Regioni non si dimenticano dei poveri». Così responsabile Economia della Lega, Claudio Borghi.

Una ruspa per Salvini

Il segretario della Lega Matteo Salvini, è atteso tra poco al campo rom nell'area ex Cnr di Scandicci, alle porte di Firenze. Al leader leghista i militanti del movimento consegneranno simbolicamente le chiavi di una ruspa parcheggiata vicino al campo.

Salvini: Meloni? Non do lezioni, ma curioso accordo con Alfano

Il segretario della Lega nord, Matteo Salvini, commenta la scelta di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, di accordarsi per le prossime elezioni regionali con il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano: «Scelte curiose. Tosi l'ha fatto in Veneto, chi si somiglia si piglia». Il leader pronostica per la Toscana il ballottaggio della sinistra, per la prima volta nella storia della regione.

Borghi: «Dietro ogni buco nelle banche spunta il Pd. Un caso?»

E' diventato legge il tanto discusso decreto sulle banche popolari. E Claudio Borghi, economista della Lega, non ci vede chiaro. Perché, sottolinea, addirittura la Bce ha scritto di essere rimasta stupita per la fretta del governo italiano e per non essere stata interpellata. Una vicenda che, per Borghi, si inscrive nel quadro del «curioso» e «malsano» rapporto tra Pd e aziende di credito.

Borghi: «E' una lotta impari. Pechino ha le mani libere, noi legate, dall'Europa»

Dopo l'entrata della Cina in Pirelli, si accende il dibattito tra chi considera il boom di investimenti cinesi in Italia un buon segnale, e chi parla di debolezza strutturale della nostra industria. Per Claudio Borghi, l'«exploit» cinese per noi non ha nulla di positivo: perché l'investimento straniero è assimilabile al debito, e l'Italia rischia di cedere tecnologie, brevetti e pezzi di storia.

Businarolo: Cantone, il nuovo Di Pietro di questa nuova Tangentopoli?

Il documento firmato da Raffaele Cantone e Pier Carlo Padoan fissa una strategia anti-corruzione da far osservare alle aziende. Tra i punti, dirigenti a rotazione. Ma per Francesca Businarolo, bisognerà impegnarsi soprattutto a far rispettare le norme, a promuovere la trasparenza nelle nomine e a tutelare le gole profonde. Nella speranza che Cantone metta in campo una vasta opera di monitoraggio.

Borghi: contro il malaffare usare aziende locali

Secondo Raffaele Cantone, non basta una legge anticorruzione: serve un provvedimento ad hoc per gli appalti. Al DiariodelWeb.it, Claudio Borghi spiega la sua ricetta per combattere il malaffare: più attenzione alla prossimità delle imprese che partecipano ai lavori, e abolire il reato di concussione. Perché non ci siano attenuanti né per chi paga, né per chi incassa.

Borghi: QE utile, ma con il trucco: si chiama «rischio»

Nella polemica tra Mario Draghi e Jens Weidmann, con il primo sostenitore e il secondo detrattore del quantitative easing, interviene Claudio Borghi, spiegando, al DiariodelWeb, che cosa effettivamente sta accadendo. L'operazione «simula» una garanzia che fa abbassare lo spread e i tassi di interesse, ma il trucco c'è: le garanzie le detiene la Bce, il rischio è in gran parte degli Stati.

Borghi: «La Grecia deve uscire dall'UE»

E' partito il bazooka di Mario Draghi, ma senza i titoli greci. Il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, ha ribadito che il governo di Alexis Tsipras sta facendo tutto quanto possibile per arrivare a un nuovo accordo con Bruxelles, ma bisogna accelerare i tempi. Ai microfoni di DiariodelWeb.it è intervenuto Claudio Borghi, responsabile economico della Lega Nord.

Borghi: Banche da salvare? Per l'Europa, a spese dei risparmiatori

Claudio Borghi commenta il fallimento pilotato della Heta Asset Resolution, bad bank austriaca. A rimetterci questa volta, grazie al sistema di bail-in introdotto da regole europee, sono i correntisti. Se tale sistema diverrà generalizzato, spiega Borghi, a pagarne le conseguenze saranno le banche dei Paesi più fragili, e i rispettivi risparmiatori. E le banche non saranno più sicure

Borghi: Germania pronta a tagliare il «ramo» ellenico?

Al DiariodelWeb.it, Claudio Borghi commenta la richiesta di proroga del programma di supporto internazionale avanzata dal governo greco, e la stizzita reazione tedesca. Secondo l'economista, la Germania di Schaeuble starebbe cominciando a valutare seriamente l'opzione Grexit. E l'Eurogruppo difficilmente, oggi, potrà accettare il documento di Atene.

Borghi: «Diciamo sì allo Stato in Mps, purchè ne esca il Pd»

Per Claudio Borghi, vista la situazione emergenziale, non è scandaloso che lo Stato diventi azionista del Monte dei Paschi di Siena. E' scandaloso, piuttosto, «che chi ha causato il disastro, in quanto partito di governo, si troverà a nominare i nuovi membri del Cda». Intanto, le degenerazioni del settore creditizio si moltiplicano, e lo Stato, dopo le privatizzazioni, torna a farsi «banchiere».

Borghi: «Varoufakis paga il 20%, noi zero. Siamo uguali?»

Al Ministro delle finanze greco, secondo cui anche il debito italiano sarebbe a rischio default, risponde l'economista della Lega Claudio Borghi. Che sottolinea come siano gli stessi prezzi di mercato a smentire Varoufakis, ma che sbugiarda anche la versione di Padoan: nessun debito pubblico, sostiene Borghi, sarà infatti mai «solido», se non è garantito da una banca centrale

«Germania e Grecia sono i due estremi dello stesso male»

Perché Matteo Renzi, diversamente dal francese Sapin, si oppone a un «asse mediterraneo» con Tsipras? Semplicemente perché, afferma Claudio Borghi, è consapevole che qualcuno, in Europa, dovrà pur pagare. Il responsabile economico della Lega spiega, al DiariodelWeb.it, perché il modello di Syriza, in questa Unione, non è replicabile. E perchè nessun asse mediterraneo sarà mai fattibile

> <