6 aprile 2020
Aggiornato 07:00
Fondo Salva Stati

Gualtieri: «Borghi e Salvini vogliono uscire dall'euro, sono nemici dell'Italia»

Il Ministro dell'Economia: «Demagogia sul Mes è solo variante di opposizione all'euro. Non penso che ci sia il rischio che cada il governo»

Video Agenzia Vista

ROMA - «E' noto che Borghi e la Lega sono per l'uscita dall'euro e si confermano nemici dell'Italia», ha affermato il ministro dell'economia Roberto Gualtieri. «La demagogia sul Mes non è altro che una variante dell'opposizione della Lega alla permanenza dell'Italia nell'euro. Non penso che ci sia il rischio che cada il governo. Come testimoniano le parole (del presidente dell'Eurogruppo-ndr) Centeno l'Italia non è uscita isolata dalle discussioni sulla riforma».

PD: «Lega vuole Italia fuori da UE»

«Bene il ministro Gualtieri: questo Governo è nato per difendere gli interessi dell'Italia e degli italiani, al contrario della Lega e della destra, che, invece, hanno un unico obiettivo: uscire dall'Europa e isolare il nostro Paese. Sul Mes il governo italiano ha dimostrato di pesare sul negoziato e sulle decisioni da adottare smascherando le bugie di chi, senza vergogna, continua a fare campagna elettorale sulla pelle dei cittadini e ad alimentare paure inesistenti. Andiamo avanti e continuiamo a lavorare per approvare una manovra che abbassa le tasse, ha a cuore le famiglie, i lavoratori, punta all'ambiente e all'economia green, per tornare a crescere dopo la pericolosa stagnazione in cui Salvini e la Lega avevano trascinato il Paese». Così in una nota Stefano Vaccari, della Segreteria del Partito democratico.

De Luca: «Uscire dall'Euro sciagura per Italia»

«Dopo essere stati smentiti sulla vicenda della riforma del Mes per quanto riguarda il merito e le procedure della sua discussione, la Lega getta la maschera e dice nero su bianco qual è il suo vero obiettivo: l'uscita dell'Italia dall'Euro. Proprio quando il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, spiega da Bruxelles, al termine della riunione dell'Eurogruppo, di aver raggiunto un nuovo accordo di principio sulla riforma del Mes, Claudio Borghi annuncia in Tv che il tema dell'Italexit sarà la proposta di un eventuale nuovo governo a guida Salvini. Gli italiani, al di là delle false notizie, delle bugie e della propaganda, devono sapere che sul tappeto ci sono due opzioni. Da un lato, quella della destra, e cioè uno sciagurato ritorno alla Lira e l'isolamento politico ed economico internazionale del nostro Paese, che produrrebbe un bagno di sangue per famiglie e imprese italiane. Dall'altro, quella dei Democratici, e quindi l'impegno a un lavoro serio e responsabile sui tavoli europei per tutelare i risparmi delle famiglie, la competitività delle imprese e la stabilità economico-finanziaria dell'Italia e dell'Europa». Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee della Camera.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal