26 giugno 2017
Aggiornato 17:30
> <
RSS

Milano-Roma intrigo capitale

Asse caldo, caldissimo, quello che idealmente taglia l’Italia in due geograficamente parlando; tema centrale la sfida di domenica ma anche e soprattutto la prossima sessione di mercato estivo con Milan e Roma intrecciate in un groviglio di trattative e nomi: Kessié, Pellegrini e Dzeko sono solo alcune delle situazioni in divenire.

La grande verità che ci lascia Roma-Milan

Una rosa inadeguata, cambi non all’altezza dei titolari e l’impossibilità di far rifiatare giocatori che ne avrebbero bisogno. È questo il lascito di Roma-Milan, partita giocata con coraggio e sfrontatezza dai ragazzini di Montella, ma persa per un paio di episodi frutto della stanchezza di alcuni protagonisti.

Follia Roma a Leverkusen contro il Bayer

Sotto di due gol dopo 19' con una doppietta di Hernandez su rigore e dormita della difesa giallorossa, trova in De Rossi il suo trascinatore che la porta 2-2 su due inserimenti. Poi Pjanic e Iago Falque arrivano fino al 4-2 ma negli ultimi sei minuti il crollo con la difesa giallorossa sotto accusa.

Fuori Pirlo, dentro Khedira

L’ormai certo addio del regista bresciano e l’arrivo del mediano tedesco ridisegnano il reparto nevralgico bianconero in cui Marchisio avrà sempre più visibilità. E sullo sfondo c’è sempre Nainggolan che è molto più di un’idea

Gervinho: «Ora vinco con la Roma»

Arrivati a Roma i due ivoriani Doumbia e Gervinho, freschi vincitori della Coppa d’Africa. L’ex Arsenal, mancato molto a Rudi Garcia, è tornato per vincere: «Sono un po’ stanco ma per domenica voglio esserci». Domenica contro il Parma Cole torna titolare, turno di riposo per Pjanic influenzato.

Berlusconi ed il perduto amor

È il momento dei rimpianti in casa Milan: c’è chi sente la mancanza di Allegri, chi vorrebbe ancora Seedorf, chi ricorda con nostalgia i gol di Taarabt e Balotelli. E invece i tifosi milanisti dovrebbero rimpiangere solo il presidente Berlusconi e la sua passione rossonera, sempre più sbiadita.

> <