23 luglio 2019
Aggiornato 05:00

Marotta: «Nainggolan e Icardi non rientrano nel progetto Inter»

L'a.d. dell'Inter: «Giocatori sul mercato ma rispettiamo impegni contrattuali». Domenica le presentazione di Conte, lunedì in ritiro. Commisso: «Non vendo Chiesa nemmeno per 100 milioni»

Mauro Icardi con la maglia dell'Inter
Mauro Icardi con la maglia dell'Inter ANSA

MILANO - «Abbiamo già parlato con i diretti interessati, abbiamo spiegato loro la presa di posizione della società. Sia Icardi sia Nainggolan non rientrano nel progetto tecnico». Lo ha detto l'ad dell'Inter Marotta parlando a Sky Sport. «Sono entrambi ottimi giocatori e ottimi talenti. Ma chiaramente il talento da solo fa vincere le partite, ma è la squadra che fa vincere un campionato e raggiungere l'obiettivo che ognuno ha prefisso. Di conseguenza non rientrano nel nostro progetto, con la trasparenza e il rispetto che è loro dovuto».

Giocatori sul mercato

Su Icardi, l'a.d. ha precisato: «Una cosa è affermare che il giocatore è sul mercato, e questo lo abbiamo detto, una cosa è rispettare quelli che sono poi gli aspetti contrattuali, un accordo collettivo che prevede comunque che il calciatore debba prendere parte agli allenamenti, quindi debba essere allenato. Noi non vogliamo assolutamente venir meno ai nostri doveri. Poi ci sono anche dei diritti, come quello dell'allenatore di scegliere la formazione da mettere in campo».

Domenica le presentazione di Conte, lunedì in ritiro

Da lunedì 8 luglio l'avventura nerazzurra di Antonio Conte inizierà ufficialmente con il ritiro di Lugano. Il giorno prima, però, Antonio Conte verrà presentato nella conferenza che anticiperà la preparazione dell'Inter. L'allenatore interverrà in conferenza stampa domenica 7 luglio alle ore 15.30 nel nuovo Inter HQ a Milano. Con lui parlerà anche Giuseppe Marotta. Conte ha trascorso le vacanze nella sua Puglia, e ha posato con l'equipaggio dell'aereo Ryanair che lo avrebbe portato da Brindisi a Bergamo, mettendo così fine alle sue vacanze in vista della partenza della stagione sportiva.

Federico Chiesa, attaccante della Fiorentina
Federico Chiesa, attaccante della Fiorentina (ANSA)

Commisso: «Non vendo Chiesa nemmeno per 100 milioni»

Rocco Commisso blinda Federico Chiesa. In un'intervista al Sole 24 Ore il presidente della Fiorentina esclude la partenza del gioiello viola: «Io non so che cosa preveda il suo contratto, e se ci sono delle clausole particolari, ma per quanto mi riguarda il nostro campione non lo venderò nemmeno per 100 milioni».

Rizzoli: «La tecnologia aiuta, ma non arbitra»

«Chi arbitra bene non ha bisogno della tecnologia. La tecnologia ci aiuta a riparare un errore evidente, ma non arbitra. Un ottimo Var è quello che riesce a fare un buon lavoro perché l'arbitro è bravo in campo. La tecnologia sarà quella che riparerà ad errori chiari». Lo ha detto il designatore di Can A, Nicola Rizzoli, in occasione della presentazione degli organi tecnici dell'Aia. «La tecnologia è una questione di giustizia nel calcio, ripara gli errori - ha affermato il presidente dell'Aia Marcello Nicchi - ma a noi interessa formare l'arbitro in campo fin dai dilettanti, senza tecnologia. Poi la tecnologia è come se fosse il portiere come ultimo uomo». Rocchi, che ha diretto l'ultima finale di Europa League, ha aggiunto: «Ogni anno che si va avanti per noi è un'esperienza in più, sarà importante mettere a disposizione la mia esperienza. Più andremo avanti e useremo questa tecnologia e più i risultati saranno positivi».