12 dicembre 2019
Aggiornato 04:00

Il Milan cade a Roma: decisivo il rigore sbagliato da Niang

Malgrado una partita nel complesso buona, i ragazzi di Montella cedono ai giallorossi che vincono grazie ad un gol di Nainggolan sul quale Donnarumma non è esente da colpe. Ma è gravissimo il secondo errore consecutivo dal dischetto di Niang sullo 0-0.

ROMA - Alla fine è la Roma ad aggiudicarsi il big match della 16a giornata che ha messo di fronte le due squadre appaiate al secondo posto in classifica. Il Milan, sceso in campo con una formazione largamente rimaneggiata, sorprende per vitalità e coraggio e rischia di passare in vantaggio nel primo tempo, al minuto 28, quando l'arbitro Mazzoleni assegna un calcio di rigore ai rossoneri per fallo di Szczesny su Lapadula. Solito conciliabolo tra il centravanti ex-Pescara e M'Baye Niang e alla fine è il francese ad andare sul dischetto: tiro fiacco e prevedibile e il portiere giallorosso para.

Nella ripresa arriva il gol della vittoria della Roma grazie ad un gran tiro dal limite del centrocampista giallorosso Nainggolan, bravissimo a spedire al 17' della ripresa un pallone velenoso alle spalle di Donnarumma, stavolta forse non esente da colpe.

In classifica la Roma sale a quota 35 a 4 lunghezze dalla Juventus, mentre il Milan, pur sconfitto, torna a casa con la consapevolezza di potersela giocare a viso aperto ed armi pari con qualsiasi avversario.