4 dicembre 2020
Aggiornato 17:00
Serie A | Fiorentina, 1 - Roma, 2

Nainggolan: «Vittoria voluta e meritata»

Salah e Gervinho firmano il primo posto dei giallorossi. Sblocca l'ex più atteso e fischiato, poi espulso nel finale, raddoppio in contropiede dell'ivoriano: ai viola non basta Babacar, a segno nel finale. Infortunio per De Rossi.

FIRENZE - «Dopo le critiche per il pareggio in Champions, abbiamo risposto alla grande sul campo. Quella di oggi è una vittoria importante: abbiamo fatto quello che dovevamo fare e ora siamo primi in campionato. Godiamoci questo successo; da domani poi penseremo subito alla prossima: già mercoledì saremo di nuovo in scena». Così, ai microfoni di Sport Mediaset, il centrocampista Radja Nainggolan, al termine di Fiorentina-Roma. «Oggi era forse la partita più difficile dell'anno: abbiamo giocato molto compatti - ha aggiunto il belga - e li abbiamo colpiti quando e dove dovevamo. Abbiamo fatto una grande gara e vinto con merito. Si tratta di un successo combattuto e voluto. Doveva essere 2-0, peccato solo per la distrazione dell'ultimo minuto e per il loro gol. Scudetto? Siamo lì e lotteremo sino alla fine, senza ripetere gli errori dello scorso anno».

Totti: Fondamentale segnare subito
«Quello di Firenze è un campo difficile, i viola giocano un buon calcio e questo rende ancora piu' significativo il successo conquistato in casa loro». Così Francesco Totti sul proprio sito ha commentato la gara vinta a Firenze dalla Roma. «Secondo me - scrive il capitano - è stato fondamentale segnare presto e in seguito andare avanti di due reti, poichè ha permesso di controllare per larghi tratti l'incontro. Alla prossima partita ci troveremo contro l'Udinese e sarà senz'altro un match impegnativo».

Spalletti: Scudetto 2008 svanì per alcuni errori arbitrali
«Nel 2008 con la Roma andammo vicini allo scudetto ma alcuni errori arbitrali non ci permisero di vincere». Lo ha dichiarato Luciano Spalletti ai microfoni di 90mo Minuto sui canali Rai. «La Roma attuale è una squadra forte e con un potenziale da scudetto. Unico difetto che deve migliorare - ha continuato l'ex tecnico dello Zenit - è quello della mancanza di continuità di risultati. Il Napoli? Squadra che esprime un gioco molto buono, è tra le favorite con la Roma per il tricolore. Rimonta Juventus? Possibile ma dovranno iniziare a rallentare anche le altre o non sarà facile. De Laurentiiis? Ci conosciamo da molti anni e in qualche occasione è capitato di discutere insieme la possibilità di allenare la sua squadra ma poi - ha concluso- le cose sono andate in modo diverso».