21 settembre 2019
Aggiornato 04:30
Brexit

La Gran Bretagna precipita verso le elezioni?

Boris Johnson: «La mia Brexit o il voto». L'ultimo avvertimento ai Tory «ribelli». Laburisti: «Pronti al voto, ma i termini non li decide il Premier»

Brexit dura, May e Sturgeon sconfitte, Corbyn trionfa, addio Ukip

Elezioni Gb, le 5 conseguenze più importanti del voto

Il risultato delle elezioni inglesi porta con sé 5 conseguenze sul piano politico, in un periodo particolarmente delicato perché è quello che condurrà il Regno Unito fuori dall'Ue

'I negoziati sulla Brexit inizieranno in soli 10 giorni'

Elezioni Gb, May: formerò un nuovo governo, che ci guiderà fuori dall'Ue

Il nuovo governo che si appresta a formare la premier britannica Theresa May con gli unionisti nordirlandesi del Dup, dopo aver perso la maggioranza parlamentare alle elezioni, guiderà il Paese fuori dall'Unione europea

Cosa succede ora

Elezioni Gb, e adesso che succede alla Brexit?

Ci sono due anni per negoziare le innumerevoli complessità dell'uscita dall'Unione europea. Sia conservatori che laburisti sono d'accordo che la Brexit debba avvenire. Ma come?

Per i laburisti oltre 30 seggi in più della vecchia legislatura

Elezioni Gb, Corbyn esulta e chiede le dimissioni di Theresa May

Il leader laburista Jeremy Corbyn si è rivolto ai propri sostenitori dopo la forte affermazione ottenuta dal suo partito alle elezioni politiche britanniche, e ha chiesto le dimissioni di Theresa May

La premier non intende lasciare Downing Street

Elezioni Gb, Theresa May: il Paese ora ha bisogno di stabilità

Dopo la debacle elettorale, la premier Theresa May ha chiarito di non voler lasciare Downing Street e di essere pronta a garantire stabilità al Paese in vista dei negoziati sulla Brexit

La premier: garantirò la stabilità. Corbyn: si dimetta

Elezioni Gb, Theresa May perde la sua scommessa. Ma non si dimetterà

Pessime notizie per la premier Theresa May, che aveva indetto le elezioni proprio per ottenere un mandato forte per portare avanti i negoziati sulla Brexit con l'Ue. E che invece si ritrova oggi a non avere più la maggioranza

Gran Bretagna

May indice voto anticipato per affrontare in forze i negoziati sulla Brexit

Per convalidare la convocazione dello scrutinio, la Primo ministro deve ottenere l'avallo dei due terzi del Parlamento. L'opposizione laburista ha in teoria il potere di bloccare l'iniziativa, ma il suo leader Jeremy Corbyn ha immediatamente «accolto favorevolmente» l'annuncio.

Prima dell'avvio dei negoziati dettagliati sulla Brexit

Gb, Theresa May annuncia elezioni anticipate l'8 giugno

La premier britannica Theresa May ha annunciato la convocazione di elezioni anticipate il prossimo 8 giugno, per ottenere un mandato forte in vista dei difficili negoziati con Bruxelles sulla Brexit

Gran Bretagna | Politica

Khan e Dugdakle «scaricano» Corbyn

Ultimi in ordine di tempo ma non di importanza sono il sindaco di Londra, Sadiq Khan, e la leader dei laburisti scozzesi, Kezia Dugdale: il loro messaggio è sostanzialmente il medesimo, ovvero l'impossibilità per Corbyn di vincere le prossime politiche, quale che sia il sostegno della base del partito.

la resa dei conti

E ora Juncker deride «i tristi eroi della Brexit»

L'affondo del presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, non si è fatto attendere dopo le dimissioni a sorpresa di Nigel Farage e la "congiura" contro Boris Johnson

Ken Loach e Matt Damon per la Ue, contro Assange e Roger Daltrey

Brexit, chi vota cosa? Tutti i volti del «pro» e dell'«anti»

Politici, imprenditori, leader religiosi e rock star: tutti hanno detto la loro sul referendum sull'uscita della Gran Bretagna dalla Ue di giovedì prossimo. Qui facciamo qualche esempio

Jo Cox, schierata con il sì alla Ue, massacrata per strada

Brexit, sul referendum l'ombra dell'omicidio di Jo Cox

Sulla lacerante campagna per il referendum britannico sulla Brexit è piombata la tragedia: una deputata laburista è stata uccisa per strada in pieno giorno a una settimana dal voto cruciale

Il sondaggio

Perché Corbyn «il rosso» non convince, anche se vincerà

Secondo un sondaggio agli inglesi piace abbastanza ma non è abbastanza forte per ridare forza e potere ai Labour. Nonostante questo, il 63enne deputato della sinistra britannica è dato per favorito alle primarie del partito

Scoppia la polemica

Londra vuole lo stop delle trattenute sindacali dai salari degli Statali

Un piano che ha immediatamente innescato dure proteste da parte di diversi leader sindacali e dell'opposizione, che vi vedono «una vendetta politica» da parte dell'esecutivo conservatore guidato da David Cameron, uscito rafforzato dalle recenti elezioni

Giugno 2016 potrebbe essere la data della chiamata alle urne

Brexit sempre più vicino? Barack Obama spera proprio di no

Secondo fonti confidenziali del The Independent on Sunday, la data del referendum sul Brexit sarebbe giugno 2016. Cameron sarebbe fiducioso di poter ottenere buone condizioni da Bruxelles, scongiurando l'uscita dall'Ue - contro cui si è espresso anche Obama -. Ma i britannici saranno d'accordo con loro?

Sfondata la maggioranza assoluta

Con Cameron, vincono l'«Europa-forse» e l'immigrazione «moderata»

Dovevano essere le elezioni più incerte della storia britannica; invece, il primo ministro uscente David Cameron ha sfondato la maggioranza assoluta. Una conferma basata sì sui dati economici, ma anche su un programma preciso: un referendum per decidere la permanenza nell'Ue, e una strategia molto prudente sull'immigrazione.

Stella della campagna, disposta a sostenere esecutivo labour

Nicola Sturgeon, la «donna più pericolosa di Gran Bretagna»?

Dopo una campagna condotta con sagacia al grido di «Odio la Thatcher», la leader del Partito nazionalista scozzese (Snp) Nicola Sturgeon rischia di mettere a segno un doppio colpo alle legislative di giovedì; buttando prima i laburisti fuori dalla Scozia per poi aiutarli a sfilare la poltrona di Downing Street a David Cameron.

Elezioni britanniche

Cameron punta sulla «working class»

Il Premier uscente, ancora testa a a testa con il leader laburista Ed Miliband nei sondaggi per il voto politico del 7 maggio, ha promesso 30 ore settimanali di assistenza gratuita all'infanzia per le famiglie di lavoratori e la detassazione del salario minimo. Misure che mirano a dimostrare come quello conservatore non sia «il partito dei ricchi»

Elezioni britanniche 2015

Blair entra in campagna contro la «Brexit» di Cameron

L'ex leader, che ha occupato il numero 10 di Downing Street dal 1997 al 2007, in particolare metterà l'accento sui pericoli che un «Brexit» (British Exit) rappresenterebbe per l'economia britannica.

A un mese dalle elezioni britanniche

Testa a testa Tory-Labour

Il dato fondamentale nei sondaggi è che nessuno dei due principali partiti è in grado di ottenere la maggioranza assoluta di 326 deputati alla Camera dei Comuni. L'UKIP terza forza del paese.

Dibattito tv tra 7 sfidanti

Elezioni nel Regno Unito, guerra all'ultimo voto

Le politiche che si svolgeranno tra cinque settimane sono considerate tra le più incerte degli ultimi decenni tanto che i sondaggi non hanno rilevato un partito in grado di conquistare la maggioranza assoluta nella House of Commons, la Camera dei Comuni, aprendo la prospettiva di un altro governo di coalizione o di un governo di minoranza.

Gran Bretagna

Cameron apre la campagna per un voto dall'esito imprevedibile

Ha preso il via ufficialmente oggi la campagna elettorale nel Regno Unito per le legislative del 7 maggio, uno scrutinio che si annuncia fra i più imprevedibili della storia del Paese dove, conservatori e laburisti, testa a testa nei sondaggi.

Respinta fin dalla prima lettura

Londra, i Deputati bocciano la proposta di legge contro il burqa

Il testo, firmato dal deputato conservatore Philip Hollobone, non ha neanche raggiunto la fase della seconda lettura nel corso della giornata di oggi dedicata dai Comuni all'esame delle proposte dei suoi membri

Per il ruolo di «The Iron Lady», Meryl Streep favorita agli Oscar

Cameron: Il film su Margaret Thatcher andava fatto dopo la sua morte

Nel film, Thatcher, oggi 86 anni e rare apparizioni in pubblico, è ritratta come una vecchia donna fragile, a volte confusa, che guarda alla sua passata carriera accompagnata dal fantasma del marito Denis

Secondo i calcoli di due centri studi del Regno

Gran Bretagna, l'austerità punisce le famiglie con figli piccoli

I loro redditi caleranno del 5% (1.700 euro) nel 2015. Lo studio afferma che da qui al 2015-2016 mezzo milione di bambini finiranno nella fascia di povertà, e di questi circa 300.000 sono quelli delle famiglie dove i bimbi hanno meno di 5 anni

Gran Bretagna

Nel 1979 la Thatcher si lamentava per i costi di Downing Street

Spunta un documento del 1979 in cui Margaret Thatcher si lamentava per i costi eccessivi della ristrutturazione della sua residenza ufficiale di Downing Street e insisteva per pagare di tasca sua le 19 sterline spese per una tavola da stiro

L'Inghilterra potrebbe riproporre il modello in vigore in Scozia

Cameron ha deciso, l'alcol «low-cost» sarà messo al bando

Il primo ministro britannico ha dato mandato alle autorità di sviluppare un programma in Inghilterra per interrompere nei negozi e nei supermercati le vendite di alcol a un prezzo inferiore ai 40-50 pence (47-59 centesimi di euro) per unità. Un'unità corrisponde a 10 ml circa di alcol puro

La crisi del debito sovrano in Europa

Cameron: Non rinunceremo alla nostra sovranità

Il Premier britannico: «Buona scelta la rinuncia ad aderire al nuovo patto nell'Eurozona. Se non si riescono a contenere gli eccessi all'interno di un Trattato, meglio restarne fuori»

Alla luce di un'inchiesta condotta sull'azienda Bell Pottinger

Governo britannico sotto accusa per i rapporti con i lobbisti

L'inchiesta è stata condotta dal Bureau of Investigative Journalism, con un giornalista che si è finto un rappresentante del governo uzbeko, interessato ai servizi dell'azienda per «ripulire» l'immagine del Paese, e che ha registrato tutti gli incontri

Gran Bretagna | Politica

Cameron rischia scandalo per conflitto di interessi

Il Premier britannico ha acquistato terreno da un donatore dei «Tories» Lord Chadlington, fratello di John Gummer, un ex ministro di gabinetto che adesso siede nella Camera dei Pari