27 giugno 2017
Aggiornato 21:00
> <
RSS

Milan, pronto un nuovo regalo per Donnarumma

Prende forma una mossa molto intelligente da parte della dirigenza rossonera: mettere accanto a Gigio il fratello più grande Antonio, profilo perfetto per coprire il ruolo di secondo portiere, con Storari terzo d'esperienza e Plizzari libero di essere ceduto in prestito e tornare più forte di prima a Milanello.

Donnarumma-Milan atto secondo, adesso si può

Non accenna a placarsi il fragore mediatico relativo all’inatteso sviluppo della trattativa per il rinnovo di Gigio con i rossoneri, ma ora sembrano aprirsi nuovi spiragli per la riapertura del fronte di dialogo. I segnali sono evidenti: innanzitutto il silenzio sulle operazioni, l’interruzione del casting dei portieri e la cancellazione dell’ultimatum fissato dalla dirigenza del

Donnarumma-Milan, si riapre la trattativa

Nuovi margini di speranza per i tifosi rossoneri ma anche per il giovane portiere di Castellammare di Stabia: la pratica rinnovo di contratto di Gigio potrebbe clamorosamente riaprirsi dopo il secco no pronunciato da Raiola lo scorso giovedì. Il Milan pronto a riabbracciare Donnarumma e anche i tifosi sono disposti a perdonarlo.

Caso Donnarumma: il grande dubbio in Casa Milan

L'interrogativo più diffuso negli ambienti rossoneri da quando Fassone ha comunicato la decisione di Gigio di non rinnovare con il Milan è uno: cederlo subito ed incassare almeno 30-40 milioni oppure bloccarlo a fare la muffa in tribuna per i prossimi 12 mesi (con il rischio di fargli perdere il Mondiale) e vederlo andar via a parametro 0.

Milan, Ibrahimovic per sbloccare il rinnovo di Gigio

Nella giornata di ieri era attesa la risposta di Donnarumma alla proposta di rinnovo del Milan, ma dall’entourage del calciatore non è arrivato alcun segnale. Anzi, si è rischiato un incidente diplomatico. Tra oggi e domani però è in programma un incontro tra Raiola e Fassone per chiudere la pratica e all’orizzonte si materializza la figura di Ibrahimovic.

Milan-Borja Valero: solo smentite

La notizia dell’imminente passaggio del regista spagnolo della Fiorentina in rossonero è stata sconfessata dalle parti in causa e indirettamente dagli stessi Fassone e Mirabelli che si concedono qualche giorno di pausa dopo le spese folli di giugno

> <