18 agosto 2018
Aggiornato 13:00

Il Milan alza il muro per Kessič, Biglia sul mercato

In Casa Milan si lavora anche al mercato in uscita. L’ivoriano considerato incedibile; dopo Bonucci e Kalinic, invece, un altro pezzo forte del mercato di Fassone e Mirabelli potrebbe andar via.
L'ivoriano Franck Kessič
L'ivoriano Franck Kessič (ANSA)

MILANO - Il mercato del Milan è in continua evoluzione. Così mentre si lavora alacremente alla campagna acquisti e rafforzamento della squadra a disposizione di Gattuso, Leonardo e Maldini riflettono sulle varie opportunità legate alle uscite. Definita la trattativa che porterà all’addio di Kalinic verso l’Atletico Madrid - si attende solo l’ufficialità - in via Aldo Rossi si lavora a tante altre piccole operazioni (Antonelli, Josè Mauri, Montolivo, Bacca) che porteranno all’inevitabile sfoltimento della rosa.
Nelle ultime ore, prontamente rispedita al mittente, pare sia arrivata anche una sontuosa offerta dalla Premier League per il centrocampista ivoriano Kessiè.

Kessiè incedibile
Si parla di una cifra di 40 milioni fissi più altri 20 di bonus dall’ambizioso Wolverhampton, proposta che si è aggiunta a diversi altri tentativi di approccio arrivati a Casa Milan da Inghilterra e Spagna.
Kessiè però è e sarà una delle colonne portanti del nuovo Milan e per questo, dopo un primo contatto telefonico tra Leonardo e George Atangana, procuratore dell’ex atalantino, a fine mercato le parti si siederanno attorno a un tavolo per discutere un adeguamento e prolungamento di contratto.

Capolinea Biglia
Chi invece potrebbe essere già arrivato al termine della sua breve e purtroppo non brillantissima avventura rossonera è Lucas Biglia. Arrivato dodici mesi fa dalla Lazio per una cifra vicina ai 20 milioni di euro (tra parte fissa e variabile), l’argentino non è mai sembrano neppure vicino al profilo di calciatore affidabile e rassicurante visto in biancoceleste. Così, anche alla luce dell’ingombrante contratto che lega il classe ’86 al Milan (3,5 milioni di ingaggio netto all’anno fino a giugno 2020), pare che Leonardo e Maldini abbiano avviato le consultazioni per provare a cederlo.
Biglia ha ancora tanti estimatori, soprattutto in Premier League e in Liga, ed è possibile che, anche grazie al possibile arrivo a Milanello della diga francese Bakayoko, la dirigenza rossonera decida di privarsi del numero 21.
Dopo Bonucci e Kalinic, un altro dei pezzi forti del mercato di Fassone e Mirabelli, potrebbe salutare la comitiva. Un ulteriore segnale del fallimento cinese.