23 ottobre 2019
Aggiornato 15:00

Milan, è fatta: Kalinic va all’Atletico Madrid

Dovremo aspettare ancora un paio di giorni: dopo l’Assemblea dei soci e l’insediamento della nuova proprietà a Casa Milan, l’operazione potrà essere ufficializzata.

L'attaccante croato del Milan Kalinic
L'attaccante croato del Milan Kalinic ANSA

MILANO - A questo punto non dovrebbero esserci più dubbi: dopo appena una stagione, 41 partite e 6 miseri gol, Nikola Kalinic lascia il Milan, squadra del cuore amata fin dai tempi della sua infanzia in Croazia, e si trasferisce in riva al Manzanarre dove troverà ad attenderlo Diego Pablo Simeone e il suo Atletico Madrid. Non male per un centravanti che dopo un’annata che definire fallimentare è perfino poco, si è permesso il lusso di farsi cacciare in malo modo dal suo ct nel pieno di un mondiale di calcio, l’evento più atteso da un qualsiasi professionista della pedata, ma evidentemente no per l’attaccante triste di Valona.

Niente minusvalenza
Al Milan nessuno si strapperà i capelli per la sua partenza, anche perchè Fassone e Mirabelli sono riusciti a limitare le perdite che, viste la stagione ingloriosa appena conclusa, avrebbero potuto essere ben più consistenti. Kalinic infatti si trasferisce a Madrid per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, 2,5 di prestito oneroso più 17,5 di obbligo di riscatto. Un po’ meno dei 25 pagati alla Fiorentina la scorsa estate, ma non tanto da mettere una minusvalenza a bilancio.

Ufficialità dopo il 21
Nel frattempo Fali Ramadani, agente ha la procura dell'ex viola, è già sbarcato in Italia, segno che le firme potrebbero essere apposte a breve. Toccherà solo attendere l’insediamento della nuova proprietà e quindi l’Assemblea dei soci in programma sabato 21 a Casa Milan, dopo di che il trasferimento di Nikola Kalinic all’Atletico Madrid sarà ufficiale. E il mercato rossonero potrà considerarsi finalmente iniziato.