24 giugno 2017
Aggiornato 07:00
> <
RSS

Ombre cinesi sul Milan

Il Financial Times ha aperto uno squarcio nella serenità di Casa Milan. Secondo il popolare giornale economico-finanziario inglese l’autorità cinese avrebbe avviato un’indagine di controllo sul cinque grandi imprese che hanno effettuato acquisizioni all’estero. Nel mirino anche il Milan e i prestiti effettuati da Huarong a Li Yonghong.

Caso Donnarumma: il grande dubbio in Casa Milan

L'interrogativo più diffuso negli ambienti rossoneri da quando Fassone ha comunicato la decisione di Gigio di non rinnovare con il Milan è uno: cederlo subito ed incassare almeno 30-40 milioni oppure bloccarlo a fare la muffa in tribuna per i prossimi 12 mesi (con il rischio di fargli perdere il Mondiale) e vederlo andar via a parametro 0.

Milan: pioggia di milioni dall’Inghilterra per Donnarumma

Vero e proprio derby di Manchester per accaparrarsi il talentuoso portiere rossonero; in attesa di news sul fronte rinnovo, non c’è proprio da star tranquilli, con Guardiola che si è anche mosso in prima persona elogiandolo pubblicamente. Nel frattempo in Italia le titubanze sul prolungamento contrattuale con i rossoneri fanno storcere il muso a diversi esperti del settore.

Ora basta: Milan e Inter fuori dal tempio

Continua il momento negativo delle due milanesi. Il Milan, da quando la società è passata nelle mani di Li Yonghong, non è ancora riuscito a vincere una partita. L’Inter dal canto suo versa in una crisi ancora più drammatica: la sconfitta interna contro il Sassuolo è la sesta nelle ultime sette partite. I rossoneri però hanno qualche giustificazione in più.

Il Milan cinese ancora senza vittorie

Due pareggi e una sconfitta, questo il misero bottino del Milan di Li Yonghong. Non proprio il massimo per una squadra con ambizioni di rilancio non solo in Italia, ma anche in Europa. Domenica a San Siro arriva la Roma, l’occasione giusta per celebrare la prima vittoria del Milan cinese.

Milan, buone notizie dalla Cina

La Safe, organo governativo di controllo sui flussi di valuta, ha dichiarato positivi i risultati sul giro di vite in materia di esportazione di capitali cinesi all’estero. Questo potrebbe voler dire allentare la morsa nei prossimi mesi e quindi consentire a Li Yonghong di realizzare il suo progetto di coinvolgimento di grosse aziende come Huarong.

Milan, si torna a parlare di Huarong

Torna alla ribalta China Huarong Asset Management Corporation, una delle 4 maggiori società di gestione di attività finanziarie della Cina. Secondo le ultime indiscrezioni, sarà il colosso di Pechino - e non Rothschild - a firmare la documentazione necessaria ai controlli sulla trasparenza dei nuovi proprietari.

> <