> <
RSS

Milan: quante sorprese nella lista dei convocati anti Aek

Sembra proprio che mister Montella stia preparando qualche sorpresa in vista del match che i rossoneri disputeranno domani a San Siro contro i greci dell’Aek Atene. Viste le convocazioni di appena 3 centrali, non è escluso addirittura un ritorno della difesa a 4. Di sicuro ci sarà un ampio turn over a centrocampo, mentre in attacco sarà il turno di Cutrone e Andrè Silva.

Milan, Montella: contro l’Inter si cambia

Prove tecniche di formazione a Milanello in questi giorni delicatissimi che precedono il derby di domenica sera. Malgrado le tante assenze, Montella è al lavoro per trovare una collocazione a Suso e Bonaventura che contro l’Inter potrebbero trovare spazio in un 3-4-2-1 ideale per le loro caratteristiche tecnico-tattiche.

Errori e sfortuna: inizia il processo al Milan

Partita equilibrata tendente al brutto per circa un’ora. Poi a improvvise fiammate da una parte e dall’altra il match si accende, ma la Roma è baciata dalla sorte con il tiro di Dzeko deviato da Romagnoli in fondo al sacco, mentre l'occasione che capita sui piedi di Kalinic viene sprecata dal croato. Poi arriva anche il raddoppio con Florenzi, ma il Milan proprio non riesce a reagire.

Milan brutto e vincente: ci pensano i gemelli del gol

Vittoria sofferta - decisamente troppo - quella conquistata dal Milan contro i ruvidi croati. In vantaggio con un gran gol di Silva, i rossoneri raddoppiano con Musacchio a inizio ripresa. Poi il black out e nei 10 minuti finali il Rieka raggiunge un pareggio incredibile. Ci pensa nei minuti di recupero Cutrone a salvare la panchina di Montella, ma così proprio non va.

Milan-Spal: segui il match minuto per minuto

Quinta giornata di campionato per i rossoneri di Montella al cospetto della neopromossa Spal, seconda consecutiva in casa. Confermate le scelte dell'allenatore del Milan, con Kalinic e Andrè Silva in attacco e Zapata e Musacchio a comporre il terzetto di difensori centrali davanti a Donnarumma. In mezzo Calhanoglu al posto di Bonaventura.

Il Milan vince ma soffre, Montella salvato da 4 nuovi

Reduce dal trionfo viennese in Europa League, il Milan trova un successo risicato ai danni di una bella Udinese. Mister Montella disfa la squadra, lasciando fuori i protagonisti del 5-1 in Austria. Per fortuna ci pensa Kalinic con una doppietta, supportato da Biglia e Kessiè, autori di una grandissima prestazione. Bene anche Calabria e Rodriguez sulle fasce.

Donnarumma-Raiola, prove di rottura

La famiglia del giovanissimo portiere rossonero non sembra gradire le continue esternazioni del procuratore contro la società nella quale giocano sia Gigio che il fratello Antonio. Non è escluso che al termine della stagione, quando Raiola farà di tutto per portare Donnarumma via dal Milan, le strade tra i due possano separarsi definitivamente.

Europa League: il Milan cala gli assi

Tutto pronto per l’esordio ufficiale del nuovo Milan cinese in Europa League, dopo 3 anni di lontananza dalle competizioni continentali. Per la prima contro l’Austria Vienna, mister Montella propende per il passaggio al 3-5-2 con l’utilizzo di Kalinic e Andrè Silva in avanti, supportati dal turco Calhanoglu. In difesa Zapata accanto a Bonucci e Romagnoli.

Milan, Montella, Raiola: Fassone ne ha per tutti

All’indomani della pesante battuta d’arresto subita dal Milan sul terreno della Lazio, l’amministratore delegato rossonero non nasconde la sua delusione: «La sconfitta mi ha sorpreso ma Montella non è in discussione». Inevitabile anche l’ennesima frecciatina a Mino Raiola e un’analisi a tutto campo sul futuro del club.

Raiola, nuovo attacco al Milan: ormai è guerra aperta

Ancora una frecciatina velenosa del procuratore italo-olandese nei confronti del club di via Aldo Rossi: «Nulla di personale contro Fassone e Mirabelli, ma non mi fido del loro progetto». Un atteggiamento che rischia di compromettere definitivamente i rapporti tra l’agente (e i calciatori rossoneri della sua scuderia, Donnarumma, Bonaventura e Abate) e il Milan.

C’è ancora Reina nel mirino del Milan

Il portiere del Napoli ha il contratto in scadenza a giugno 2018 ed è normale che il suo nome sia sul taccuino di tutti i dirigenti europei. Il Milan però vanta una corsia preferenziale frutto di un approccio già tentato la scorsa estate che potrebbe facilitare la trattativa. L’eventuale arrivo di Reina però non vorrebbe dire addio a Gigio, anzi.

> <