27 giugno 2017
Aggiornato 14:00
> <
RSS

Anche il Milan sulla rivelazione Pellegrini

È senza dubbio una delle più belle sorprese di questo inizio campionato e per questo il centrocampista romano Pellegrini è già finito sui taccuini dei top club di mezza Europa. Tra questi anche il Milan, ma c’è un problema: il diritto di recompra che la Roma ha fatto firmare al Sassuolo al momento della cessione del ragazzo.

Milan, per Montella è allarme difesa

Non che ci fosse bisogno di conferme dell’assoluta inadeguatezza dell’attuale pacchetto di difensori del Milan, ma il trofeo Tim ha puntualmente ribadito il concetto. Con Romagnoli, Gustavo Gomez, Ely e Zapata fuori per infortunio, è toccato a Paletta e Vergara dare dimostrazione di incapacità sotto tutti i punti di vista.

Milan: Montella mette tutti d’accordo, o quasi

Ormai sembra tutto fatto per l’Aeroplanino in rossonero. Il tecnico di Pomigliano d’Arco ha superato in volata la concorrenza di Brocchi, destinazione Brescia, e di Giampaolo, dirottato alla Sampdoria. Restano però diversi dubbi, relativi alla capacità di Montella di gestire i momenti di crisi, sulla bontà dell’operazione.

Panchina Milan, tra i due litiganti…

Il testa a testa più avvincente di questo scorcio di stagione, quello tra Mihajlovic e Di Francesco per la panchina del Milan, potrebbe avere quale vincitore a sorpresa il classico terzo incomodo: Cristian Brocchi. L’attuale allenatore della Primavera rossonera, voluto fermamente dal presidente Berlusconi, è già in testa a tutti gli exit poll.

Milan: tutti in ritiro, tranne i veri colpevoli

Tutta la rosa del Milan è in ritiro punitivo a Milanello, ma chi è che dovrebbe essere messo in castigo continua a lavorare beatamente ad Arcore e in via Aldo Rossi, dove si decidono le sorti dell’ex club più titolato al mondo. Berlusconi, padre e figlia, e Galliani sono i principali responsabili della crisi rossonera e nessuno sembra essersene accorto.

Milan, Berlusconi ha scelto Brocchi

Le dichiarazioni che hanno allontanato Conte e Di Francesco dalla panchina del Milan, pronunciate ieri del presidente Berlusconi, hanno svelato la vera intenzione del numero uno rossonero: promuovere Brocchi alla guida della prima squadra. Dopo Seedorf e Inzaghi, non c’è due senza tre.

> <