17 giugno 2019
Aggiornato 17:00

Milan, Zapata fa crack: ora tutto su Musacchio e Arbeloa

L’infortunio di Zapata, che suscita interrogativi a vari livelli, complica ancor più le strategie di Montella e Galliani. Ora Rodrigo Ely probabilmente non sarà più ceduto mentre sarà il caso di affrettare le operazione per portare a Milanello Musacchio e lo spagnolo Arbeloa.

MILANO - Piove sul bagnato. Come spesso accade in situazioni di generale difficoltà, tipo quelle che si stanno materializzando per il Milan sulla strada della faticosissima e lunghissima cessione della società ai cinesi, ecco subentrare anche problemi di natura tecnica a scombussolare ulteriormente i piani della squadra a disposizione di Vincenzo Montella. 

«AC Milan comunica che nel corso della Coppa America, Cristian Zapata ha riportato una lesione capsulo legamentosa della caviglia sinistra. Visitato oggi ad Amsterdam dal professor Niek Van Dijk, il calciatore dovrà essere sottoposto ad intervento chirurgico nei prossimi giorni».

Quanti interrogativi

Questo il testo del comunicato diffuso dal club di via Aldo Rossi che ha avuto il potere di destabilizzare una tifoseria già alquanto disorientata. Si parla di un infortunio riportato già durante la Coppa America, ma il difensore colombiano ha giocato fino alla fine della kermesse. Allora qualcosa non torna. Se Zapata si è fatto male nel corso della manifestazione, perché lo staff medico dei Cafeteros lo ha fatto scendere in campo lo stesso? E ancora, la prestigiosa competizione continentale americana si è conclusa il 26 giugno, mentre il centrale ex Udinese e Villarreal ha firmato il proprio rinnovo triennale di contratto il 10 luglio (scatenando peraltro tante critiche da parte dei tifosi insoddisfatti). Come è possibile che un club esperto come il Milan prima di legarsi così a lungo ad un giocatore, seppure già della famiglia, non lo sottoponga ad accurati esami e test fisici?

Che confusione

Domande a cui probabilmente nessuno darà risposta ma che testimoniano lo stato di confusione generale che regna tra via Aldo Rossi e Milanello e che nelle ultime settimane ha di fatto allontanato dal Milan tanti possibili obiettivi di mercato, dal tecnico Di Francesco fino al croato Marko Pjaca. 

Ora però c’è da capire quali potranno essere le strategie di mercato della società. Avevamo anticipato sulle pagine del diariodelweb.it un probabile trasferimento di Rodrigo Ely al Pescara, ma a questo punto tutto potrebbe saltare, se non altro perché, svincolati Alex e Mexes, gli unici difensori a disposizione di Montella sono Romagnoli e il rientrante Paletta.

Musacchio e Arbeloa

Almeno fino a quando non sarà perfezionato l’acquisto di Mateo Musacchio, ormai un’assoluta priorità, e probabilmente anche quello di Alvaro Arbeloa, esperto difensore spagnolo del Real Madrid, liberatosi dai Blancos e tesserabile a parametro 0. 

L’importante però è che si sblocchi in fretta la questione societaria. L’ennesimo ritardo sulle firme tra Fininvest e la misteriosa cordata cinese che sta per acquistare l’Ac Milan non fa che scombinare sempre più i piani di Galliani. E intanto i pezzi pregiati del mercato si accasano altrove.