21 ottobre 2020
Aggiornato 01:00
Polemiche

Boldrini: «Nessuno ha sentito il paladino dell'onestà Di Maio»

Tweet «velenoso» dell'ex Presidente della Camera sul caso Russia-Lega. De Petris: «Salvini ha mentito, subito in Parlamento». Speranza: «Se il Ministro mente va a casa». Fratoianni: «Italia non si merita Ministro come Salvini»

Caso Sea Watch

Boldrini: «Chi salva vite normalmente viene premiato»

La Deputata di Liberi e Uguali: «Quando si criminalizza la solidarietà è un pessimo segnale». De Petris: «La responsabilità è di Salvini». Speranza: «Priorità giovani, non caccia a Ong e migranti»

Governo Gentiloni

Speranza: «Non mi sento in maggioranza»

Il leader di Articolo 1-Mdp: «Abbiamo chiesto al governo una svolta sulle questioni sociali, sul diritto allo studio, sul mercato del lavoro»

Crisi Pd

Con Prodi Pisapia fonda il progressismo regressista: il «nuovo» Ulivo è servito

Si potrebbe pensare di riesumare la buonanima di Amintore Fanfani, democristiano che oggi potrebbe militare tranquillamente nella sinistra extra parlamentare: fece costruire le case popolari per milioni di italiani, e difese a spada tratta l’intervento dello stato nell’economia

Partito Democratico

Renzi: «Il PD tornerà al 40%»

Il Segretario del PD al Foglio: «La scissione ferita emotiva ma non ci ha danneggiato nei voti». Speranza: «Serve una nuova agenda sociale. Le politiche sbagliate di questi anni, dal lavoro alla scuola, dal fisco all'ambiente hanno allontanato una parte importante della nostra gente».

Emiliano ha cambiato di nuovo idea

Caos Pd, Emiliano resta e sfida Renzi alla segreteria

'Mi candido alla segreteria del Pd, perché questa è casa mia, è casa nostra e nessuno può cacciarmi o cacciarci via' ha detto il governatore della Regione Puglia sfidando il dimissionario Renzi

Partito democratico

Pd sull'orlo scissone: da Renzi a Bersani a Emiliano, tutto quello che è successo

Fine settimana travagliato per il Partito democratico: il segretario ha annunciato le sue dimissioni salvo poi dire di aver smascherato il «bluff» della minoranza scissionista. Lo sfidante, Michele Emiliano, comunicherà dopodomani se i suoi parteciperanno al congresso o creeranno un nuovo soggetto politico

Governo Gentiloni

La marcia indietro di Poletti sul Jobs act non convince nemmeno il Pd

Il ministro del Lavoro ha negato di voler andare al voto al più presto, per scongiurare i referendum della Cgil sul Jobs act, e ha spiegato di essere stato «strumentalizzato» quando nei giorni scorsi ha dichiarato il contrario

Resa dei conti in direzione PD

Renzi vuole un «congresso rapido», ma la minoranza è pronta alla battaglia

Nel giorno del giuramento di Paolo Gentiloni nella Direzione del Pd va in scena la resa dei conti. «La realtà è sempre più forte della comunicazione e 33 milioni di italiani hanno mandato un messaggio che così non va proprio, bisogna cambiare con umiltà, cambiare rotta radicalmente» attacca Roberto Speranza.

Partito Democratico

Speranza: «Renzi non si nasconda e dica se c'è spazio per noi»

«Io penso che bisogna recuperare un pezzo di elettorato che ha votato no. Il mio seggio è a disposizione, ho già dimostrato di non essere attaccato alla poltrona ma è inimmaginabile pretendere che si rinunci alle proprie idee»

Il premier annuncia le dimissioni

Renzi si dimette: Ho perso io, il mio governo finisce qui

Il premier Matteo Renzi ha annunciato le sue dimissioni ammettendo la sconfitta, dopo la vittoria del No che secondo tutti gli exit poll sarebbe avanti di almeno di 10 punti percentuali.

Votata la mozione della maggioranza

Italicum, la linea (astuta) di Renzi passa e spacca il Pd

Alla fine Matteo Renzi ha avuto la meglio: la mozione della maggioranza sull'Italicum è stata l'unica a passare, spaccando il Pd. Ma la sua 'astuta' strategia ha funzionato

Scontro sempre più aspro

Renzi vs minoranza PD, si va verso la resa dei conti

Il Presidente del Consiglio pare tornato dalle vacanze con l'intenzione di non fare sconti all'opposizione interna. Anzi, con l'avvicinarsi del referendum e della legge di Stabilità, sembra che il muro contro muro sia destinato a diventare più aspro.

Cambio di poltrone nei telegiornali

Le mani del premier sulla Rai: Renzi come Erdogan

Il premier infila il naso nel servizio pubblico: questa l'accusa delle opposizioni, che vedono nel cambio di poltrone ai Tg la volontà del premier di fare un'informazione su misura. Forti critiche anche dalla minoranza dem