28 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
Conferenza stampa

Speranza: «Dal 15 Ottobre Green Pass obbligatorio per tutto il mondo del lavoro»

Il Ministro della Salute: «Per rendere questi luoghi più sicuri, da un lato e per dare impulso e rendere più forte la campagna di vaccinazione. 72 ore di validità per test Covid, ma solo molecolari»

Video Agenzia Vista

Con il nuovo Decreto «estendiamo dal 15 ottobre l'uso del green pass a tutto il mondo del lavoro pubblico e privato: per rendere questi luoghi più sicuri, da un lato e per dare impulso e rendere più forte la campagna di vaccinazione». Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, illustrando in conferenza stampa il nuovo decreto legge che estende l'obbligo di green pass a tutti i luoghi di lavoro. Il Dl varato oggi «sarà in vigore fino al 21 dicembre 2021, in vigenza dello stato di emergenza».

«Tamponi gratuiti solo per esenti»

«La disposizione normativa di questo decreto prevede che i tamponi e i test antigienici saranno gratuiti soltanto per le persone esenti per ragioni sanitarie secondo la circolare che già stata emessa dal Ministero della Salute».

«In vista della riapertura delle attività scolastiche monitoriamo con la massima attenzione la curva epidemiologica. Con questo decreto puntiamo a rendere sicuri i luoghi dove le persone si aggregano».

«In generale - ha detto -.si riavvia dopo la pausa estiva la vita tradizionale delle persone ci avviamo verso una stagione in cui si tende a vivere meno nei luoghi all'aperto come è stato invece durante l'estate. Per questo seguiamo la curva con grandissima attenzione e puntiamo alla sicurezza dei luoghi: prima Cinema e Teatri, poi le scuole università e da ultimo questo».

«72 ore di validità per test Covid, ma solo molecolari»

«Il governo ha dato l'ok al prolungamento a 72 della validità dei test anti-Covid, ma solo per quelli molecolari. Il Governo ha già dato parere favorevole a un emendamento al decreto in discussione alla Camera per un allargamento a 72 ore della vigenza del 'green pass' solo per i test molecolari». Ha sottolineato Speranza: «I testi antigenici restano validi 48 ore. Anche perché, come è noto, il test molecolare richiede un tempo più lungo».

«Massima attenzione a sfida varianti»

Nella gestione di questa pandemia «per quanto mi riguarda conteranno sempre tre fattori: il primo, il tasso di vaccinazione nel Paese che ci auguriamo possa crescere ancora dopo queste scelte; il secondo, il quadro epidemiologico cioè la verifica dell'andamento della curva e il terzo, le varianti, cui prestiamo particolare attenzione e che sono la sfida ulteriore arrivata in questi mesi che può ancora potenzialmente arrivare».