29 giugno 2017
Aggiornato 14:30
> <
RSS

Bernardeschi-Juventus: sogno possibile

Le parole di Corvino lo allontanano da Firenze: «Abbiamo fatto il massimo». Ma Bernardeschi non si pronuncia, un silenzio che sa di rifiuto. O di attesa, in vista di offerte più importanti che potrebbero arrivare anche da Torino. Intanto, per ora, c’è l’Europeo Under 21 a cui pensare.

Supercoppa, il Milan vince e riscrive la storia

I pronostici della vigilia erano tutti per la Juventus, ma il divario tecnico ipotizzato in fase di presentazione, poi in campo non si è visto. Merito della partita gagliarda dei ragazzi di Montella, bravi a giocare una partita con il coltello tra i denti e ribattere colpo su colpo alle offensive bianconere. Alla fine la vittoria è meritata, anche se giunta solo dopo i calci di rigore.

La grande verità che ci lascia Roma-Milan

Una rosa inadeguata, cambi non all’altezza dei titolari e l’impossibilità di far rifiatare giocatori che ne avrebbero bisogno. È questo il lascito di Roma-Milan, partita giocata con coraggio e sfrontatezza dai ragazzini di Montella, ma persa per un paio di episodi frutto della stanchezza di alcuni protagonisti.

Milan, giù le mani da Romagnoli

È bastata una prestazione negativa del centrale rossonero contro la Juve per scatenare le critiche più ingenerose nei confronti del ragazzo. C’è chi parla di acquisto flop, chi addirittura bolla Romagnoli come un calciatore normale. La verità è che stiamo parlando del futuro centrale della nazionale maggiore, il vero erede di Alessandro Nesta.

Milan, ora c’è un problema attacco

Solo Donnarumma e Antonelli salvano la faccia in un Milan troppo brutto per essere vero. Inquietante la prestazione di tutto il reparto offensivo (Bacca, Balotelli, Menez) drammaticamente tarata sul 4 in pagella. Si è sentita, e tanto, l’assenza di Montolivo e Abate, i due leader silenziosi dello spogliatoio di Mihajlovic.

Rullo Juventus: 7 vittorie di fila

Borriello illude gli emiliani, poi travolti dalla doppietta di Mandzukic e il sigillo di Pogba, autogol di Bonucci nel recupero. Dal derby in poi, i bianconeri hanno sempre vinto. La rabbia di Allegri: «Quando l'avversario è in difficoltà va annientato».

> <