17 agosto 2018
Aggiornato 09:30

La Russa fra gli intercettati con l'«Occhio della Piramide»: «Qui tutti siamo spiati ma i debitori di Mps non si trovano»

«Da un punto di vista personale non sono particolarmente turbato, visto che se fai politica devi essere abituato ad essere trasparente. Diverso è il caso dello spionaggio a danno delle Istituzioni. Qui entra in gioco la sicurezza dello Stato», ha detto il deputato a L'aria che tira su La7 commentando l'arresto dei due fratelli che hanno raccolto ingformazioni su 20mila potenti italiani

Atreju, dove sta andando il centrodestra?

La Meloni ha ricordato che dieci anni fa una storica manifestazione diede una spallata formidabile al governo Prodi, e ha auspicato che una nuova sommossa popolare riesca a fare altrettanto col governo Renzi

La fine del renzismo

Il 40% alle europee è ormai «trapassato remoto»: dopo la delusione delle Regionali, il Pd di Matteo Renzi incassa un'altra battuta d'arresto alle amministrative. Per Fratelli d'Italia, l'elettorato è stufo delle chiacchiere del premier

La Russa: «Non ci sono ragioni per porre la fiducia»

Il Deputato di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, intervenendo in Aula sulla legge elettorale ha affermato: «Non ci sorprendiamo della fiducia ma a tutto c'è un limite: la corda non si può tirare troppo altrimenti si spezza». Il deputato di FdI-An ha poi chiesto se il Capo di Stato vorrà accettare un caso di fiducia».

Aula semideserta alla discussione per l'Italicum

In un'Aula di Montecitorio semideserta si è svolta la discussione sulle linee generali sull'Italicum. Assenti tre dei quattro relatori di minoranza, Danilo Toninelli (M5S), Cristian Invernizzi (Lega) e Ignazio La Russa (Fdi-An), in evidente segno di protesta contro i tempi ristretti a disposizione per illustrare le contrarietà alla legge elettorale così come congedata dal Senato, senza modifiche.

In attesa del Presidente, sparisce il presidenzialismo

Ha vinto ancora il Patto del Nazareno. FdI, M5S e Lega sono stati sconfitti, alla Camera, dai voti del Pd e di Fi. Durissime le repliche dei dissidenti e dei contrari, per i quali è stato sconfitto un sacrosanto diritto degli italiani: l'elezione del Capo dello Stato.

La Russa: «Per fare il leader servono le primarie»

Non ha importanza se il leader di centrodestra indossa o meno un «anello al naso», l'importante è che sia scelto dagli elettori. Ignazio La Russa risponde alle dichiarazioni di Maurizio Gasparri sulla possibilità che Matteo Salvini diventi guida del centrodestra e afferma che sono i cittadini a dover scegliere.

Centrodestra: umori e malumori

Dopo la piena assoluzione di Berlusconi, il suo ritorno alla leadership di coalizione appare scontato. Ma se, da un lato, c'è chi si stringe subito intorno al Cavaliere, dall'altro non mancano i battibecchi tra la Lega e il Ncd.

Tutti insieme, separatamente

Giorgia Meloni è riuscita dove altri avevano fallito. I cocci rotti di quello che una volta si chiamava Pdl si sono riuniti magicamente stamattina, di nuovo insieme e compatti dopo liti, tradimenti, trasmigrazioni e parziali riappacificazioni.

La Russa: «L'Italicum è peggio del porcellum»

«Da 30 eletti 'nominati' dal partito si passa a ben 150: la differenza balza agli occhi. Fratelli d'italia dice no ad un innalzamento a dismisura del numero delle circoscrizioni, visto che già 30 eletti scelti direttamente dal partito non è una quota piccola». Cicchitto: «Cambiare l'Italicum al Senato».

Renzi frena sul presidenzialismo, delusione nel centrodestra

Il premier: «Ora bisogna completare il percorso su cui c'è accordo per cui aprire questa questione è inopportuno e intempestivo». Jole Santelli (Fi): «Il solito saputello spocchioso il signor presidente del Consiglio». La Russa(Fdi): «Non è lui il capo del centrodestra»

Sui marò «al di là dei vuoti annunci del governo la triste realtà vede umiliata la nostra dignità nazionale»

Il presidente di Fdi La Russa: «Sulla vicenda dei due marinai la Bonino assicura una riunione al mese mentre Letta parla di impegno quotidiano fino al risultato. Sta di fatto che in realtà nulla si muove e anzi, questo Natale a differenza di quanto riuscì almeno ad ottenere l'allora ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant''Agata, i due militari non saranno in Italia»

La Russa, su Bankitalia «non si può far finta di nulla»

Il presidente di Fdi: «E' una battaglia anche per quella gente che protesta e per la quale non c'é un euro. Non può non avere risposte dal governo e dalla maggioranza, ma non può non far emergere anche la posizione dei partiti di opposizione. Non si può far finta di nulla»

FdI: «Chiediamo a Lega Sel e M5s di firmare la mozione di sfiducia»

Il gruppo di Fratelli d'Italia alla Camera raccoglierà le firme contro il governo Letta in occasione del dibattito parlamentare sulla crisi. La Russa: «L'esecutivo Letta, 'contro natura' basato solo su un 'do ut des' che riesce nella difficile impresa di fare peggio anche di Monti. La tassazione è aumentata, la disoccupazione è ai livelli massimi»

La Russa e Gasparri scissione in stand by

Convocano per le 20 i dirigenti e i giornalisti, limano il timing dell'addio al Cavaliere e ragionano della campagna elettorale. Poi un'ora prima Silvio Berlusconi frena, rimette in discussione davanti alle telecamere il ritorno a Forza Italia, semina dubbi sulla propria candidatura, addirittuta giura di vedere in «pole» per Palazzo Chigi l'amato (dagli ex An) Angelino Alfano