22 aprile 2024
Aggiornato 09:00
Fratelli d'Italia

La Russa fra gli intercettati con l'«Occhio della Piramide»: «Qui tutti siamo spiati ma i debitori di Mps non si trovano»

«Da un punto di vista personale non sono particolarmente turbato, visto che se fai politica devi essere abituato ad essere trasparente. Diverso è il caso dello spionaggio a danno delle Istituzioni. Qui entra in gioco la sicurezza dello Stato», ha detto il deputato a L'aria che tira su La7 commentando l'arresto dei due fratelli che hanno raccolto ingformazioni su 20mila potenti italiani

FdI commenta le amministrative: Pd in picchiata

La fine del renzismo

Il 40% alle europee è ormai «trapassato remoto»: dopo la delusione delle Regionali, il Pd di Matteo Renzi incassa un'altra battuta d'arresto alle amministrative. Per Fratelli d'Italia, l'elettorato è stufo delle chiacchiere del premier

Il deputato FdI-An sulla fiducia su Italicum

La Russa: «Non ci sono ragioni per porre la fiducia»

Il Deputato di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, intervenendo in Aula sulla legge elettorale ha affermato: «Non ci sorprendiamo della fiducia ma a tutto c'è un limite: la corda non si può tirare troppo altrimenti si spezza». Il deputato di FdI-An ha poi chiesto se il Capo di Stato vorrà accettare un caso di fiducia».

Legge elettorale

Aula semideserta alla discussione per l'Italicum

In un'Aula di Montecitorio semideserta si è svolta la discussione sulle linee generali sull'Italicum. Assenti tre dei quattro relatori di minoranza, Danilo Toninelli (M5S), Cristian Invernizzi (Lega) e Ignazio La Russa (Fdi-An), in evidente segno di protesta contro i tempi ristretti a disposizione per illustrare le contrarietà alla legge elettorale così come congedata dal Senato, senza modifiche.

L'interrogazione firmata da Giorgia Meloni, con La Russa e Rampelli

Limbiate (MB) pagherà l'incapacità dell'Italia nel gestire l'emergenza immigrazione

Voci sempre più insistenti parlano dell'apertura di un nuovo centro di smistamento profughi a Limbiate (provincia di Monza e Brianza). Per Giorgia Meloni e gli altri interroganti, il piccolo Comune (insieme a molti altri nel Paese) pagherà le spese dell'incapacità dello Stato centrale di gestire i flussi migratori, e di tutelare l'equilibrio sociale delle nostre città