27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Atreju 2017

Atreju, La Russa lancia un messaggio al grande assente Berlusconi

Sul palco della manifestazione organizzata da Fratelli d'Italia in corso alle Officine Foro Italico di Roma, anche Ignazio La Russa, che ha aperto i lavori introducendo i tanti colleghi "patrioti" accorsi intorno a Giorgia Meloni per parlare del futuro del centrodestra e dell'Italia tutta

ROMA - Sul palco della manifestazione organizzata da Fratelli d'Italia in corso alle Officine Foro Italico di Roma, anche Ignazio La Russa, che ha aperto i lavori introducendo i tanti colleghi «patrioti» accorsi intorno a Giorgia Meloni per parlare del futuro del centrodestra e dell'Italia tutta. Nel suo intervento introduttivo sul palco dell'affollatissima Sala Italo Balbo, La Russa ha messo l'accento sulla sicurezza, senza la quale nessun diritto costituzionalmente garantito è tutelato. «Anche qui le ricette possono essere diverse», ha osservato, «ma troveremo la sintesi», ha promesso, riferendosi alla prospettiva di un centrodestra unito al di là delle diverse sensibilità. Così come, ha proseguito, il centrodestra troverà una sintesi sul tema «caldo» dell'immigrazione. Altro argomento fondamentale, il futuro dell'Europa, sul quale La Russa è sembrato lanciare un messaggio a Forza Italia e a Silvio Berlusconi, vero convitato di pietra di tutta la manifestazione: «Questa Europa della Merkel non ci piace», ha detto La Russa, che ha puntualizzato la necessità di trovare su questo punto una quadra anche «con gli amici che sono nel Partito popolare europeo»