14 ottobre 2019
Aggiornato 00:00
La lotta al terrorismo

Presidio FdI al consolato brasiliano a Milano per l'estradizione di Battisti

Una dozzina di militanti e dirigenti di Fratelli d'Italia hanno fatto un presidio per chiedere che l'ex militante dei Pac torni in Italia

MILANO - Una dozzina di militanti e dirigenti di Fratelli d'Italia hanno fatto un presidio al consolato brasiliano di Milano per chiedere che l'ex militante dei Pac Cesare Battisti torni in Italia per scontare la pena per i quattro omicidi per i quali è stato condannato dalla giustizia del nostro Paese. L'ex ministro della Difesa, Ignazio La Russa: «Vogliamo l'estradizione del terrorista assassino Battisti» ha affermato l'ex ministro della Difesa, Ignazio La Russa davanti all'ingresso del consolato in corso Europa, ricordando che «noi siamo stati i primi a chiedere l'estradizione quando ancora Battisti era in Francia: l'allora parlamentare europeo Romano La Russa con Giorgia Meloni (a quel tempo a capo dei giovani del nostro partito) andò ad incatenarsi davanti al municipio di Parigi». «Non ottenemmo nulla perché i nostri Governi non si sono mai prodigati» ha proseguito, sottolineando che poi «Battisti è scappato grazie alla lobby che protegge i terroristi di sinistra in tutto il mondo». «Noi non desistiamo, finché non avrà pagato almeno un certo periodo di tempo in carcere - ha concluso - continueremo a chiedere che questo terrorista sconti una pena».