Montella, Bacca, Kalinic ed un paradosso tutto milanista

L’attacco del Milan è desolatamente sterile, l’allenatore in totale confusione ed i nostalgici del colombiano in costante aumento. Ad emergere, inoltre, non sono solo le difficoltà attuali dei rossoneri, ma anche un curioso particolare che rende ancor più grottesco l’andamento di una squadra che appare anche peggiore di quella di un anno fa

Milan-Kalinic: cresce il partito dei nostalgici

La sconcertante prestazione del croato a Napoli, l'ennesima da inizio stagione, aumenta il malcontento dei tifosi milanisti, stufi di vedere un centravanti così abulico e stufi di vederlo titolare inamovibile. Più di un appassionato rossonero rimpiange addirittura il colombiano Bacca, ora in prestito al Villarreal

Bacca al Marsiglia: vero a metà

L’attaccante colombiano ha trovato l’accordo con il club francese, disposto però a prendere l’ex Siviglia solo in prestito con eventuale diritto di riscatto. Il Milan invece intende monetizzare, pur accettando l’ipotesi di una minusvalenza, quindi una cessione inferiore ai 20 milioni di euro. Comunque definitiva.

Milan: a Lugano va in scena il festival dei giovani

I rossoneri di Montella, alla prima uscita stagionale, sconfiggono il Lugano con il rotondo punteggio di 4-0- Sblocca subito Cutrone dopo 3 minuti; poi raddoppio di Crociata al quarto d’ora della ripresa e nel finale le due reti di Sosa e Gustavo Gomez. Buona prestazione dei baby rossoneri, a partire dai due goleador fino a Zanellato e Josè Mauri.

Ombre cinesi sul Milan

Il Financial Times ha aperto uno squarcio nella serenità di Casa Milan. Secondo il popolare giornale economico-finanziario inglese l’autorità cinese avrebbe avviato un’indagine di controllo sul cinque grandi imprese che hanno effettuato acquisizioni all’estero. Nel mirino anche il Milan e i prestiti effettuati da Huarong a Li Yonghong.