16 ottobre 2019
Aggiornato 09:30

Milan: niente riscatto dal Villarreal, Bacca torna al Milan

Il direttore dell’area tecnica del Milan ha spiegato i piani rossoneri per quanto riguarda l’attacco. Nei programmi è stato citato anche l’attaccante colombiano che a questo punto pare proprio possa rientrare a Milanello.

L'attaccante colombiano Carlos Bacca
L'attaccante colombiano Carlos Bacca ANSA

MILANO - Nei giorni scorsi sembrava che tutto potesse svolgersi in maniera lineare e con ben altro epilogo, invece le parole pronunciate da Massimiliano Mirabelli sul futuro degli attaccanti del Milan svela una verità sorprendente: «Bacca rienterà dal prestito al Villarreal». Eppure la stagione del puntero colombiano con la casacca del sottomarino giallo era stata tutt’altro che deludente. Arrivato la scorsa estate in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 15,5 milioni di euro, Carlitos ha confermato la sua fama di cecchino segnando 18 gol complessivi (15 in Liga, 2 in Europa League, 1 in Copa del Rey) con il Villarreal e meritando l’inserimento nei pre-convocati del Mondiale con la sua Colombia dopo un periodo di oscurantismo.

Niente sconto
Non più tardi di qualche giorno fa, Bacca aveva svelato ai microfoni di AS il suo desiderio di restare in Spagna, anticipando però l’esistenza di un piccolo problema economico: «Sono tranquillo, sto bene qui, penso soltanto alla prossima partita e alla Nazionale. Il Villarreal sta parlando con il Milan e con il mio agente per risolvere la questione, io sono concentrato soltanto sul finale di stagione. Spero che il mio futuro si risolva in breve tempo».
Il problema di cui sopra è che il club spagnolo era alla ricerca di uno sconto sulla cifra già pattuita che Fassone e Mirabelli però hanno deciso di non concedere. Così Carlos Bacca torna al Milan, ma è probabile che la sua permanenza a Milanello duri ben poco, in attesa di una nuova cessione, stavolta però definitiva.