16 ottobre 2019
Aggiornato 13:30

Bacca-Milan: il ds del Villarreal gela i rossoneri

Dalla Spagna arrivano interessanti dichiarazioni della dirigenza iberica circa il futuro del centravanti colombiano, sempre meno impiegato in Liga e che a giugno potrebbe tornare a Milanello

Carlos Bacca, centravanti del Villarreal in prestito dal Milan
Carlos Bacca, centravanti del Villarreal in prestito dal Milan ANSA

VILA-REAL - Il futuro di Carlos Bacca resta un enigma: l’attaccante colombiano, di proprietà del Milan e in prestito al Villarreal, continua a faticare nella Liga dove ha perso il posto da titolare a beneficio della coppia Bakambu-Sansone e dove gioca col contagocce, spesso subentrando a partita in corso senza incidere sul risultato di una squadra che, dopo l’avvio stentato, ha trovato la giusta collocazione. 5 reti in 14 apparizioni, qualcosa di più in Europa dove Bacca gioca con maggiore continuità e va in gol regolarmente, pur considerando la qualità abbastanza scarsa della competizione. Logico che di questo passo il suo riscatto a fine stagione ed i 20 milioni che il Villarreal dovrebbe elargire al Milan possono rimanere un sogno e il colombiano essere rispedito a Milano con viaggio di sola andata; ma sarà veramente così?

Incertezza

A fare un po’ più di chiarezza ci ha pensato il direttore sportivo del Villarreal, Pablo Ortells Balaguer, che a proposito di Bacca ha dichiarato: «Siamo molto soddisfatti di lui e del suo rendimento; quello spagnolo è un campionato duro, difficile, ma lui sta dando molto alla squadra, fa gol e lavora sodo. Sento parlare degli attaccanti del Milan che non segnano e sento dire che qualcuno a Milano rimpiange Carlos: io non oso fare paragoni con gli attuali attaccanti rossoneri, dico solo che Bacca ha il gol nel sangue, è una punta particolare con le sue caratteristiche, probabilmente diverse da quelle di Kalinic o di Andrè Silva. Riscattarlo a fine stagione? E’ presto per dirlo, vedremo, aspettiamo di capire come finirà l’annata e poi faremo le nostre valutazioni. Ripeto, siamo soddisfatti di Bacca e lui deve stare sereno, ma il suo futuro non è stato ancora scritto, il suo riscatto è ancora da decidere e non mi sbilancio a novembre su una scelta che dovremo fare a maggio». A Milanello non possono che continuare ad augurarsi caterve di gol del colombiano che agevolino il riscatto del Villarreal, altrimenti circa 20 milioni andranno in fumo, un rischio che il Milan attuale preferirebbe non dover correre.