17 giugno 2019
Aggiornato 07:00

Bacca spara a zero sul Milan

Pesanti dichiarazioni del centravanti colombiano, ora in prestito dai rossoneri al Villarreal, nei confronti della società milanista

Carlos Bacca ha giocato per due stagioni col Milan
Carlos Bacca ha giocato per due stagioni col Milan ( ANSA )

VILA-REAL - Carlos Bacca continua a far parlare di sè nell'ambiente milanista, nonostante sia ormai da 4 mesi un calciatore del Villarreal, seppur in prestito. Il Milan lo ha girato agli spagnoli nella speranza che ritrovando la sua vena realizzativa che in Spagna è stata sempre devastante, il Villarreal possa riscattarlo a fine stagione regalando ai rossoneri un bel gruzzolo. Ma il rendimento di Bacca in Spagna sta mantenendo i deprimenti standard milanisti dell'anno scorso, anzi,da 3-4 partite il colombiano alloggia stabilmente in panchina a vantaggio della coppia Sansone-Bakambu. Come se ciò non bastasse, Bacca ha pensato bene di presentarsi davanti ai microfoni non per spiegare il suo rendimento mediocre dell'ultimo periodo, bensì per insultare un po' il Milan: "Sono stato sfortunato - ha detto la punta sudamericana - ho giocato infatti nel peggior Milan della storia, tant'è che il presidente Berlusconi dopo 31 anni ha dovuto cedere la società ai cinesi. Io mi sono comunque tolto le mie soddisfazioni a Milano, anche se potevamo fare certamente di più; sono andato via dall'Italia a testa alta e il Milan deve ringraziare anche me se ora gioca in Europa». Veleno e sentenze abbastanza gratuiti, soprattutto perchè il colombiano lo scorso anno, a differenza del precedente, si è completamente adagiato ed adattato al clima deprimente e meschino del Milan, non contribuendo coi suoi gol alla stagione rossonera; inoltre, la sua indolenza tattica ha irritato Montella che spesso gli ha preferito il più duttile e combattivo Lapadula, addirittura migliore di Bacca come rapporto minuti giocati-gol realizzati. Carlos Bacca ha ragione su un punto: ha giocato nel peggior Milan della storia. Anche per colpa sua. Oggi, forse, farebbe meglio a pensare a ritrovare il posto di titolare nel Villarreal, ricominciare a fare gol e guadagnarsi riconferma in Spagna e convocazione ai prossimi mondiali. Auguri.