16 giugno 2019
Aggiornato 22:30

Bacca, Bonera, Montella e Pazzini: il bello e il brutto degli ex milanisti in Liga

Agrodolce il fine settimana dei vecchi rossoneri nella serie A spagnola

Vincenzo Montella, allenatore del Siviglia ed ex tecnico del Milan
Vincenzo Montella, allenatore del Siviglia ed ex tecnico del Milan ( ANSA )

SPAGNA - Nel Milan che rincorre l'Europa in serie A c'è voglia di nuovo e l'avvento di Gennaro Gattuso sulla panchina rossonera sembra aver portato i giusti cambiamenti in un gruppo partito malissimo con Vincenzo Montella e rivitalizzato dal tecnico calabrese. Proprio l'avvicendamento in panchina alla fine di novembre ha condotto la formazione milanista fuori da una crisi che pareva irreversibile e che si è trasformata in una rincorsa che può condurre i rossoneri alla conferma di un posto in Europa, alla finale di Coppa Italia e al proseguimento dell'avventura in Coppa Uefa.

Milan spagnolo

E poi c'è il vecchio Milan parcheggiato in Spagna, con 4 vecchi protagonisti del Diavolo impegnati nella Liga e che nell'ultimo fine settimana hanno raccolto risultati diversi con diversi umori nei rispettivi ambienti e nelle rispettive squadre. C'è intanto proprio Vincenzo Montella che dopo l'esonero milanista ha preso il timone del Siviglia e che nell'ultima giornata di campionato ha rimediato un pesantissimo 5-1 in casa dell'Eibar, trovandosi costretto a fine partita a chiedere scusa agli inferociti tifosi andalusi che già lo hanno contestato dopo le prime due sconfitte seguite al suo arrivo. Poi ci sono i due del Villarreal, Carlos Bacca e Daniele Bonera: il primo ha realizzato l'unica rete dei gialli nella sconfitta per 2-1 rimediata in casa del Betis e fortemente condizionata dall'ennesima espulsione della carriera per un Bonera che, nonostante disastri a non finire, continua imperterrito nel tentativo di fare il calciatore professionista. Infine la nota più lieta, ovvero Giampaolo Pazzini, gettato via dal Verona come una scarpa vecchia e in gol all'esordio con la maglia del Levante, al 90' e contro il Real Madrid per la rete del 2-2 finale. Meglio di così, l'ex centravanti milanista non poteva davvero sognarselo l'esordio in Liga.