19 luglio 2019
Aggiornato 09:30

Bacca ai margini del Villarreal, il Milan inizia a tremare

Il centravanti colombiano è ormai costantemente relegato in panchina ed il riscatto del club spagnolo dai rossoneri vacilla sempre più

Carlos Bacca, centravanti del Villarreal in prestito dal Milan
Carlos Bacca, centravanti del Villarreal in prestito dal Milan ANSA

VILA-REAL - Carlos Bacca ed il Villarreal si allontanano sempre di più, domenica dopo domenica. L'attaccante colombiano è infatti ormai titolare fisso della panchina ed il tecnico degli spagnoli ha trovato la quadratura tattica con la coppia Bakambu-Sansone che anche nell'ultima gara (successo 2-1 in casa del Getafe) ha ben figurato, col Villarreal tornato in zona Uefa. Bacca entra ormai solamente negli ultimi minuti di partita, senza incidere quasi mai ed a risultato acquisito, e nonostante il triplo impegno della formazione iberica (Liga, Coppa Uefa e Coppa del Re), il centravanti di proprietà del Milan appare sempre più ai margini del progetto della squadra in cui gioca in prestito, rischiando così non solo di perdere la convocazione ai mondiali con la propria nazionale, ma anche e soprattutto di vedersi rispedito a Milanello il prossimo giugno con tanti ringraziamenti e nessuna intenzione di pagare il riscatto concordato coi rossoneri. Se ciò dovesse avvenire, il valore di Bacca verrebbe praticamente azzerato e, a parte qualche amatore, nessuno offrirebbe nulla al Milan che dovrebbe a quel punto elemosinare qualche prestito o una manciata di spiccioli per lasciar partire la punta sudamericana, ormai prossima ai 32 anni e con nebulose prospettive per il futuro; la stagione è ancora lunga, le occasioni tante, eppure la sensazione è che sulla testa del Milan penda un riscatto sempre più lontano ed una ventina di milioni di euro che sfuggono dalle mani di Fassone.